On line il programma del Premio Nazionale dell'Innovazione 2018

Si tiene il 29 e 30 novembre la nuova edizione del PNI, la business plan competition promossa dall’Associazione Italiana degli Incubatori Universitari-PNICube. Il contest sarà ospitato da Job&Orienta, fiera dedicata al lavoro e dall’Università degli Studi di Verona. Anche quest’anno i 60 progetti finalisti si disputeranno 4 premi settoriali di 25.000 euro ciascuno.

Una sfida tra i migliori progetti d’impresa hi-tech italiani, con un montepremi complessivo di circa 1,5 milioni di euro: oltre 500.000 euro in denaro e circa 1 milione in servizi, offerti dagli Atenei e dagli incubatori soci di PNICube. Un mondo, quello accademico e della ricerca universitaria, in grado di dare vita a più del 20% delle oltre 9.600 startup innovative iscritte nel registro imprese del Mise.

“PNI è il premio più importante che ci sia in Italia dedicato all’innovazione e siamo orgogliosi di poter ospitare per la prima volta la finale nazionale – spiega il Rettore Nicola Sartor – Potremo premiare le idee più innovative in occasione di un evento altrettanto rilevante che è quello di Job&Orienta, dando così ai giovani un segnale sull’importanza che c’è, oltre che nello studio, anche nella capacità di innovare e di avere delle idee brillanti da poter trasferire nel mondo delle imprese. Il grande sforzo che stiamo facendo in questi anni è quello di aprire sempre di più l’università ai contatti con il mondo produttivo evitando di essere quella che tipicamente viene definita la “torre d’avorio”, per risultare invece un’istituzione che dialoga anche con il mondo esterno ai fini di rafforzare le occasioni di reciproca collaborazione.”

Ecco il programma.

Programma PNI 2018

 


Visita l'archivio italiano delle idee, lo storytellig dell'innovazione al PNI

Visita l’archivio italiano delle idee, lo storytellig dell’innovazione con le idee imprenditoriali che partecipano alle Start Cup regionali, scopri in anteprima i finalisti del Premio Nazionale dell’innovazione!

Grazie alla collaborazione di PNICube con Instant Future i neo-imprenditori hanno un canale privilegiato per farsi conoscere e entrare in contatto con aziende già affermate e possibili investitori in cerca di nuovi talenti e nuovi progetti. Pubblicare il proprio progetto all’interno dell’archivio di Italian Factor allarga la propria rete di contatti, fa nascere nuove collaborazioni e crea opportunità per nuovi finanziamenti. Ogni giorno la piattaforma si arricchisce con i video di presentazione di tutte le idee finaliste alle singole edizioni delle Start Cup locali.

Instant Future è un progetto editoriale che racconta il futuro prossimo in cui vivremo, attraverso un programma tv e un sito web (www.instantfuture.it). Al suo interno è attiva la rubrica Italian Factor, che racconta e celebra l’ingegno italiano.

Italian Factor raccoglie i progetti che hanno partecipato a PNICube in un archivio, in continua crescita, che raccoglie e racconta le esperienze delle start up innovative selezionate dal concorso e dà voce ai progetti all’avanguardia ancora da realizzare.
Le immagini video realizzate dai concorrenti sono montate e arricchite di grafiche dalla redazione di Instant Future, per creare un video di sintesi finale.

Conosci in anteprima i finalisti del PNI visitando il sito www.instantfuture.it !


XVI Premio Nazionale per l’Innovazione, Conferenza Stampa di Lancio

DESTINAZIONE IMPRESA 4.0: A VERONA IL PREMIO NAZIONALE PER L’INNOVAZIONE 2018 FA SISTEMA

Il 29 e 30 novembre sarà la Fiera JOB&Orienta ad ospitare la 16° edizione del PNI, la due giorni italiana dedicata alle più innovative idee di impresa nate dalla ricerca accademica. Verona, 11 settembre 2018 – Proseguono e si rafforzano le sinergie tra il mondo dell’università e della ricerca e quello del lavoro. Il Premio Nazionale per l’Innovazione, la più importante e capillare business plan competition d’Italia, promossa dall’Associazione Italiana degli Incubatori Universitari – PNICube, e organizzata quest’anno in collaborazione con l’Università degli Studi di Verona e in partnership con la Camera di Commercio di Verona, sarà infatti ospitata per la sua sedicesima edizione da Job&Orienta, la più grande fiera italiana dedicata a lavoro, orientamento e formazione.

Leggere di più


DESTINAZIONE IMPRESA 4.0

A VERONA IL PREMIO NAZIONALE PER L’INNOVAZIONE 2018 FA SISTEMA

Il 29 e 30 novembre sarà la Fiera JOB&Orienta ad ospitare la 16° edizione del PNI, la due giorni italiana dedicata alle più innovative idee di impresa nate dalla ricerca accademica.

Verona, 11 settembre 2018 – Proseguono e si rafforzano le sinergie tra il mondo dell’università e della ricerca e quello del lavoro. Il Premio Nazionale per l’Innovazione, la più importante e capillare business plan competition d’Italia, promossa dall’Associazione Italiana degli Incubatori Universitari – PNICube, e organizzata quest’anno in collaborazione con l’Università degli Studi di Verona e in partnership con la Camera di Commercio di Verona, sarà infatti ospitata per la sua sedicesima edizione da Job&Orienta, la più grande fiera italiana dedicata a lavoro, orientamento e formazione.

Destinazione Impresa 4.0” è il titolo prescelto per la due giorni che – incentrata sui temi dell’imprenditoria, del lavoro e dell’innovazione, con un focus specifico su digitalizzazione e “Piano Impresa 4.0” del Mise – si pone, tra gli obiettivi, quello di stimolare i giovani partecipanti di JOB&Orienta ad avvicinarsi al mondo delle startup innovative, degli spinoff, degli incubatori e, più in generale, all’Università e ai possibili sbocchi lavorativi che permettano di mettere a frutto le competenze acquisite.

Nato nel 2003 per promuovere e diffondere la cultura imprenditoriale in ambito accademico, e per stimolare il dialogo tra ricercatori, impresa e finanza, il PNI è la finale a cui possono accedere i vincitori delle 15 Start Cup regionali che aderiscono al circuito. Una sfida tra i migliori progetti d’impresa hi-tech italiani, con un montepremi complessivo di circa 1,5 milioni di euro: oltre 500.000 euro in denaro e circa 1 milione in servizi, offerti dagli Atenei e dagli incubatori soci di PNICube.  Un mondo, quello accademico e della ricerca universitaria, in grado di dare vita a più del 20% delle oltre 9.600 startup innovative iscritte nel registro imprese del Mise.

Anche quest’anno i 60 progetti finalisti si disputeranno 4 premi settoriali di 25.000 euro ciascuno, grazie ai partner di categoria – IREN Cleantech&Energy, PwC ICT, NTT Data Industrial e Life Sciences – e gareggeranno per il titolo di vincitore assoluto del PNI 2018, che garantirà all’istituzione accademica di provenienza la Coppa Campioni PNI.  Si assegneranno inoltre due Menzioni speciali (“Social Innovation” promossa da Global Social Venture Competition e “Pari Opportunità” istituita dal MIP Politecnico di Milano) e diversi Premi Speciali messi a disposizione da Ambasciate e da prestigiose aziende partner.

 

“PNI è il premio più importante che ci sia in Italia dedicato all’innovazione e siamo orgogliosi di poter ospitare per la prima volta la finale nazionale – spiega il Rettore Nicola Sartor Potremo premiare le idee più innovative in occasione di un evento altrettanto rilevante che è quello di Job&Orienta, dando così ai giovani un segnale sull’importanza che c’è, oltre che nello studio, anche nella capacità di innovare e di avere delle idee brillanti da poter trasferire nel mondo delle imprese. Il grande sforzo che stiamo facendo in questi anni è quello di aprire sempre di più l’università ai contatti con il mondo produttivo evitando di essere quella che tipicamente viene definita la “torre d’avorio”, per risultare invece un’istituzione che dialoga anche con il mondo esterno ai fini di rafforzare le occasioni di reciproca collaborazione.”

“Il PNI giunge a Verona per la sua XVI edizione con un tema che testimonia come il mondo delle startup universitarie e degli EPR costituisca un supporto, ormai imprescindibile, all’innovazione tecnologica del sistema delle imprese italiane. È in quest’ottica – ha commentato il Presidente di PNICube Giovanni Perrone che il Premio si arricchisce anche quest’anno di attori nazionali ed internazionali che credono ed investono nell’innovazione prodotta dalle startup universitarie.”

Premio Iren CLEANTECH & ENERGY (miglioramento della sostenibilità ambientale):

“L’innovazione tecnologica è centrale in Iren nelle scelte strategiche e nella definizione dei prodotti e servizi offerti dal Gruppo – ha commentato Paolo Colombo, responsabile Ufficio stampa Gruppo Iren Iren gestisce i processi di innovazione attraverso un modello di open innovation: ha avviato collaborazioni con Università, Centri di ricerca, Poli d’Innovazione e startup, e lanciato un progetto di Corporate Venture Capital, ritenendo che, attraverso la contaminazione con una grande impresa, le iniziative imprenditoriali innovative possano crescere più velocemente e con radici più solide, accelerando il processo di innovazione interno. In questo contesto, anche nel 2018, la Società supporta il PNI, dal quale emergono sempre idee ad alto contenuto innovativo e tecnologico.”

Premio PwC Italia ICT (tecnologie dell’informazione e dei nuovi media):

“Crediamo nel potenziale della ricerca universitaria come driver dello sviluppo di soluzioni innovative italiane e come componente centrale della loro competitività all’estero – ha dichiarato l’Associate Partner PwC Raffaele Perrone – PwC è dedicata a sostenere il “sistema innovazione” italiano tramite una struttura dedicata che supporta le nuove imprese con alto potenziale fin dalle loro prime fasi di sviluppo. Siamo entusiasti di sostenere il Premio Nazionale dell’Innovazione anche per l’edizione 2018, vista la sua funzione centrale nel promuovere lo sviluppo delle eccellenze tecnologiche nate negli atenei italiani.”

Premio NTT DATA INDUSTRIAL (produzione industriale innovativa):

“In NTT DATA promuoviamo modelli collaborativi per rispondere sia al nostro bisogno di innovazione sia a quello dei clienti – afferma Giorgio Scarpelli, Senior Vice President, Chief Technology & Innovation Officer di NTT DATA Italia Per questo motivo l’attenzione alle startup e alle giovani imprese innovative non si limita alla ricerca di idee e tecnologie, ma punta ad una fattiva collaborazione per costruire opportunità di business concrete.  Ciò permette di creare sinergie virtuose che coinvolgono anche università ed enti di ricerca. Per questo abbiamo scelto di essere tra i partner di PNICube. La vicinanza alle realtà universitarie su tutto il territorio nazionale ci permette di attingere a un patrimonio unico e di grande valore, fatto di idee e capacità tecniche ma anche di entusiasmo e passione.”

 

Comunicato stampa


Cybertech Europe 2018

In seguito agli enormi successi dei Cybertech Europe 2016 e 2017, Cybertech è orgogliosa di invitarvi a unirvi a migliaia di rappresentanti di tutta Europa, Italia e del globo al principale palco del mondo virtuale, il Cybertech Europe 2018!
Unitevi al Cybertech Europe a Roma, il 26-27 di settembre per due giorni di conferenze ed esposizioni sulle ultime innovazioni, soluzioni e sviluppi dal mondo virtuale!Leggere di più


Save the date - 11/09/08 Verona: Conferenza stampa di lancio #PNI2018

DESTINAZIONE IMPRESA:
A VERONA la 16à edizione DEL PREMIO NAZIONALE PER L’INNOVAZIONE

Il 29 e il 30 novembre 2018 l’Università degli Studi di Verona ospita la 16à edizione della due giorni italiana dedicata alle più innovative idee di impresa nate dalla ricerca accademica.
L’edizione 2018 si svolgerà nei giorni 29 e 30 novembre tra il Complesso Universitario e la Fiera di Verona, con un programma caratterizzato da numerosi eventi sulle tematiche di business, innovazione e cultura tra espositori, investitori, imprenditori e manager.

Il 30 novembre il focus si sposterà sui pitch dei finalisti nei settori; ICT, Industrial, Life Sciences e
Cleantech&Energy, per poi chiudere i lavori con la Finale PNI e proclamazione dei vincitori.

La presentazione di questa edizione, con le novità di quest’anno, gli sponsor, il montepremi e le iniziative correlate, saranno presentate durante la conferenza stampa di lancio che si svolgerà alla Sala Barbieri presso il Rettorato dell’Università degli Studi di Verona martedì 11 settembre alle ore 11.00.

Follow #PNI2018


T4i vince l’Italian Master Startup Award 2018

Conferito oggi in Unical, a Rende (Cosenza) il riconoscimento promosso da PNICube che dal 2007 premia le startup del “circuito” incubatori universitari che hanno evidenziato la migliore performance in termini di crescita e risultati sul mercato.

Rende (CS), 14 maggio 2018

È T4i Space tech for innovation – spin-off fondato nel 2014 dell’Università di Padova – ad essersi aggiudicato, questa mattina, la 12° edizione del Premio destinato alle giovani imprese hi-tech generate dalla ricerca accademica.

L’Italian Master Startup Award – promosso da PNICube (Associazione Italiana degli Incubatori Universitari e delle Business Plan Competition accademiche) e organizzato quest’anno in collaborazione con l’Università della Calabria, il suo incubatore TechNest, CalabriaInnova e Fincalabra, con la sponsorizzazione di growITup e Unicredit Start Lab – è l’unico premio su base nazionale che va a riconoscere gli effettivi risultati conseguiti dalle startup nate in ambito accademico nei loro primi anni di vita.

La cerimonia di premiazione – che si è tenuta nell’avanguardistico Campus dell’Università della Calabria a Rende – è stato anticipato dall’expo e dai pitch delle 9 startup finaliste, tutte ad alto impatto tecnologico, che hanno illustrato percorso fatto e obiettivi futuri ad una qualificata Giuria composta da operatori di fondi di investimento, specialisti di early-stage financing e manager d’impresa[1]

“L’edizione 2018 dell’IMSA ha premiato uno dei settori tecnologici più significativi della ricerca italiana, l’aerospaziale – ha commentato Giovanni Perrone, Presidente di PNICube – È un’ulteriore evidenza della capacità della ricerca universitaria italiana di creare imprenditorialità ad alta tecnologia in grado di contribuire ad uno dei settori economici a più alto valore aggiunto.”

T4i [www.t4innovation.com], guidata da Daniele Pavarin, è uno spin-off dell’Università di Padova che ha come mercato di riferimento la new space economy, cioè il nuovo mercato di servizi spaziali dominato da piattaforme satellitari di piccola taglia e basso costo. La missione di T4i è lo sviluppo di tecnologie propulsive dedicate alla messa in orbita di queste piattaforme. Partner di grandi aziende e Pmi, T4i le aiuta a sviluppare il loro potenziale in settori altamente specializzati inerenti i sistemi propulsivi avanzati. Due le tecnologie chiave, frutto di oltre 10 anni di sviluppo in settore universitario prima e aziendale poi, e caratterizzate da un rapporto costo beneficio estremamente competitivo: il propulsore al plasma a radio frequenza, idoneo alla movimentazione orbitale, e propulsori chimici basati su acqua ossigenata, adatti sia all’inserimento in orbita sia alla movimentazione orbitale.

IMSA 2018 ha visto inoltre l’assegnazione anche dei seguenti Premi Speciali:

  • UniCredit Start Lab: consegnato a T4i*, il Premio consentirà ai premiati di essere seguiti dal programma di accelerazione per startup di UniCredit, dando accesso a mentoring, sviluppo del network con aziende e investitori e formazione mirata. Dal 2014 UniCredit Start Lab ha esaminato oltre 4.100 business plan e supportato oltre 150 startup grazie a un network di oltre 150 partner.
  • Young Entrepreneur Initiative, messo a disposizione dall’Ambasciata di Francia in Italia e assegnato da Gregory Vincent, Senior Investment Advisor dell’agenzia Business France, a T4i*, IngeniArs*, WeCare*, GiPStech*.Il premio, volto a sviluppare contatti e opportunità oltralpe e a favorire la realizzazione di collaborazioni tecnologiche con enti/aziende francesi, prevede un soggiorno in Francia per incontrare gli attori dell’innovazione e potenziali partner.
  • Bright Future Ideas Award, promosso dal Department for International Trade dell’Ambasciata del Regno Unito e Consolato britannico in Italia e conferito da Livia Amidani Aliberti a T4i* Il Premio consiste in una missione conoscitiva di due giorni nella capitale britannica, con un percorso di incontri B2B e servizi di mentoring per le fasi di startup e scaleup e sarà.

I 9 finalisti IMSA 2018 potranno inoltre accedere alla piattaforma di equity crowdfunding Mamacrowd e al network di piccoli investitori di SiamoSoci (www.siamosoci.com), con una modalità agevolata per racccogliere i capitali necessari al consolidamento sul mercato.

 

CHI SONO GLI ALTRI VINCITORI

  • GiPStech, spin-off dell’Università della Calabria [www.gipstech.com] – fondata nel 2014, oggi la società è un gruppo di rilevanza globale per il know-how accumulato sul tema della micro-localizzazione. GiPStech ha infatti sviluppato un ricco portafoglio di tecnologie di localizzazione al chiuso – o dove il GPS non è sufficiente – che, combinando i segnali provenienti da diversi sensori, ottengono straordinarie performance di localizzazione.
  • IngeniArs, spin-off dell’Università di Pisa [www.ingeniars.com] – nasce nel 2014 come start-up innovativa, specializzata nella progettazione e commercializzazione di prodotti e tecnologie hardware e software nei settori aerospaziale, automotive e healthcare. L’azienda, con sede a Pisa, è in forte espansione e può contare su personale altamente qualificato e collaborazioni strategiche con enti pubblici di ricerca, Università ed aziende leader nei settori di riferimento.
  • WeCare, Polihub – incubatore Politecnico di Milano [wecareinnovation.com/it] – piattaforma in cloud, mobile e web, a supporto di tutto l’ambito e-health, sia per le persone (con Amyko) sia per gli animali (con il prodotto Amuuko). Nasce per dare risposta ad alcuni problemi specifici: frammentazione delle informazioni, difficoltà di gestione quotidiana dei propri dati sanitari, scarsa accessibilità ai dati tramite i sistemi in uso. Grazie ad una user experience dinamica, personalizzabile e interattiva, è possibile accedere e gestire il proprio storico salute facilmente, collegandovi diversi dispositivi (braccialetto, portachiavi, chip sotto cutaneo…) dotati di tecnologia passiva NFC.

Innovazione, Ricerca e Startup per lo sviluppo del sistema delle imprese: l’Università della Calabria ospita il 12° Italian Master Startup Award (IMSA)

Sarà conferito lunedì 14 maggio, nel Campus di Arcavacata, il riconoscimento promosso da PNICube che – dal 2007 – premia l’operato di giovani imprese hi-tech nate dalla ricerca accademica a pochi anni dalla loro costituzione. 

Rende (CS), 14 maggio 2018 – Provengono da tutta Italia e rappresentano i più svariati settori merceologici, dal manifatturiero innovativo al recruitment online, dall’aerospaziale alle nanotecnologie in campo biomed e healthcare. Sono le 9 finaliste che si contenderanno la 12° edizione del Premio pensato per le giovani imprese hi-tech generate dalla ricerca accademica: l’Italian Master Startup Award, promosso da PNICube (Associazione Italiana degli Incubatori Universitari e delle Business Plan Competition accademiche) e organizzato quest’anno in collaborazione con l’Università della Calabria, il suo incubatore TechNest, CalabriaInnova e Fincalabra, con la sponsorizzazione di growITup e Unicredit Start Lab.

Si tratta dell’unico premio su base nazionale che va a riconoscere gli effettivi risultati conseguiti dalle startup nate in ambito accademico nei loro primi anni di vita.

L’IMSA 2018 – che si terrà presso lo University Club del Campus dell’Università della Calabria – sarà anche l’occasione per fare il punto su strategie e strumenti da mettere in campo per agevolare la crescita e la resistenza nel tempo delle startup innovative italiane. Partendo da un dato di fatto: le Università sono sempre più terreno fertile per la germinazione di idee di business e la creazione d’impresa.

Secondo i dati appena diffusi dell’ultimo rapporto Netval – l’Associazione delle Università e degli Enti pubblici italiani impegnati nella valorizzazione dei risultati della ricerca –, infatti, il numero delle startup nate in ambito accademico (oggi quasi 1.400) è in costante crescita, con un tasso di sopravvivenza dell’86 per cento. In aumento anche gli investimenti di Università e Centri di Ricerca pubblici sugli Uffici di Trasferimento Tecnologico (l’intero sistema spende 8 milioni di euro per questo “ponte” tra mondo della ricerca e mercato), e in notevole crescendo anche la spesa per la protezione della proprietà intellettuale (240mila euro nel 2017 contro i 53mila dell’anno precedente).

L’evento di premiazione sarà anticipato dall’expo e dai pitch delle 9 startup finaliste e da una tavola rotonda che vedrà la partecipazione di Marcella Panucci – Direttore Generale Confindustria, Aurelio Mezzotero – Managing Director Italian Angels for Growth e Giovanni Perrone – Presidente PNICube, moderati da Giuseppe Passarino, Delegato alla Ricerca e al Trasferimento Tecnologico Unical.

IMSA 2018 vedrà l’assegnazione anche dei seguenti Premi Speciali:

  • UniCredit Start Lab: consegnato da Giusy Stanziola, una delle coordinatrici del progetto, consentirà ai premiati di essere seguiti dal programma di accelerazione per startup di UniCredit, dando accesso a mentoring, sviluppo del network con aziende e investitori e formazione mirata. Dal 2014 UniCredit Start Lab ha esaminato oltre 4.100 business plan e supportato oltre 150 startup grazie a un network di oltre 150 partner.
  • Young Entrepreneur Initiative, messo a disposizione dall’Ambasciata di Francia in Italia, sarà assegnato da Gregory Vincent, Senior Investment Advisor dell’agenzia Business France. Il premio, volto a sviluppare contatti e opportunità oltralpe e a favorire la realizzazione di collaborazioni tecnologiche con enti/aziende francesi, prevede un soggiorno in Francia per incontrare gli attori dell’innovazione e potenziali partner.
  • Bright Future Ideas Award, promosso dal Department for International Trade dell’Ambasciata del Regno Unito e Consolato britannico in Italia e conferito da Livia Amidani Aliberti. Il Premio consiste in una missione conoscitiva di due giorni nella capitale britannica, con un percorso di incontri B2B e servizi di mentoring per le fasi di startup e scaleup e sarà.

I GIURATI

La Giuria, composta da operatori di fondi di investimento, specialisti di early-stage financing e manager d’impresa, è costituita da: Eugenia Di Somma, GrowITup; Gregory Vincent, Ambasciata di Francia; Livia Amidani Aliberti, Department Of International Trade (UK); Paolo Anselmo, IBAN; Antonio Mazzei, Fincalabra; Giusy Stanziola, Unicredit.

 

Scarica il programma 


AL VIA DA PALERMO IL ROADSHOW DI PRESENTAZIONE DELL’AVVISO “SELEZIONE FACTORY”

Parte da Palermo e si conclude a Roma martedì 29 maggio il roadshow nazionale dell’avviso “Selezione Factory” dell’intervento “Estrazione dei talenti”, con l’obiettivo di presentare l’avviso e fornire un’occasione ai potenziali partecipanti per fare networking e trovare i partner giusti per partecipare alla selezione.

Il primo incontro si tiene mercoledì 2 maggio (ore 15 -17) a Palermo, presso il Consorzio ARCA, Consorzio per l’Applicazione della Ricerca. L’avviso sarà presentato da Stefano Marastoni, responsabile dell’intervento, ARTI e l’incontro sarà introdotto dai saluti di indirizzo del presidente del Consorzio ARCA, Umberto La Commare.

Con l’intervento “Estrazione dei Talenti” la Regione Puglia, attraverso l’ARTI – Agenzia Regionale per la Tecnologia e l’Innovazione, finanzia percorsi personalizzati di accompagnamento e accelerazione rivolti a team di aspiranti imprenditori innovativi, nell’ambito delle aree prioritarie di innovazione della Strategia di specializzazione intelligente pugliese (Manifattura sostenibile; Salute dell’Uomo e dell’Ambiente; Comunità Digitali, Creative e Inclusive).

Le idee più promettenti saranno selezionate per essere accompagnate verso il mercato, attraverso percorsi strutturati erogati da Factory, raggruppamenti di soggetti pubblici e privati capaci di gestire il passaggio critico dall’idea di business alla creazione e sviluppo di un’impresa vera e propria.
Estrazione dei Talenti ” lancia, nella prima fase, un avviso pubblico riservato alla  Selezione Factory  e, successivamente, con un secondo avviso pubblico, a sportello, la raccolta delle candidature relative ai Team.

Ecco le sette tappe del roadshow:

  • mercoledì 2 maggio (15.00 – 17.00) – Palermo, Consorzio ARCA – Consorzio per l’Applicazione della Ricerca, Viale delle Scienze, Edificio 16
  • giovedì 10 maggio (15.00 – 17.00) – Bologna, Università Alma Mater Studiorum, Complesso Universitario Belmeloro – Via B. Andreatta, 8 (già Via Belmeloro, 14), Palazzina B piano terra, Aula P
  • venerdì 11 maggio (11.30 – 13.30) – Pisa, Scuola Superiore Sant’Anna, Piazza Martiri della Libertà 33, aula 8
  • martedì 15 maggio (15.00 – 17.00) – Milano, PoliHub, Arena Via Durando 39, Sala 1
  • mercoledì 16 maggio (15.00 – 17.00) – Verona, Università degli Studi di Verona, Strada Le Grazie 15, Dipartimento di Informatica Ca’ Vignal 2, Sala Verde
  • giovedì 24 maggio (15.00 – 17.00) – Napoli, Università degli Studi Federico II, Campus Universitario di Monte Sant’Angelo, Dipartimento di Economia, Management, Istituzioni, edificio 3, Aula Fabrizi
  • martedì 29 maggio (10.30 – 12.30) – Roma, Regione Puglia – Delegazione romana, via Barberini, 36

Per motivi organizzativi si prega di voler confermare la propria presenza ai seguenti recapiti:
Segreteria Organizzativa
Tel.: 080 2221005
Fax: 080 2220950
Email: eventi@srlstrade.it


Hackathon INNOLABS

Il Distretto Tecnologico Campania Bioscience è partner del progetto Europeo INNOLABS– costituito da un partenariato internazionale di cluster operanti in ambito Health e ICT – che mirerà a selezionare più di 100 idee innovative in 2 anni che beneficeranno di incentivi economici e servizi specialistici mirati ad accelerarne la realizzazione. Il prossimo evento in programma si rivolge a imprenditori, studenti, ricercatori, ingegneri, pazienti, developer o designer appassionati ai settori Salute, ICT, Biotech, Medicina, che avranno l’occasione di cimentarsi all’ hackathon INNOLABS che avrà luogo a Berlino il 7/8 maggio 2018.

Sarà un una due giorni di full immersion di collaborazioni, mentoring, e coworking, dove saranno premiati i migliori progetti per un ammontare totale di 36.000 €.

I team che saranno selezionati potranno scegliere di concentrarsi su una di queste 4 sfide:

·         Smart solutions for RMDs (Rheumatic or Muscoloskeletal Diseases , such as Arthrosis or Arthritis)

·         Digital solutions to tacke Frailty@home

·         New business and accounting models for patients, physicians and hospitals

·         Improving experiences in perioperative medicine for patients and healthcare professionals.