PREMIO

Il Premio Italian Master Startup Award (ex
Start Up dell’Anno), nato nel 2007, è l’unico
evento su base nazionale che premia i
risultati conseguiti sul mercato da parte di
giovani imprese hi- tech nei primi anni dalla
costituzione.
Il Premio viene organizzato con cadenza
annuale dall’Associazione PNICube in
collaborazione con uno dei soci, il quale
ospita la cerimonia di premiazione.

Gli obiettivi del premio sono:

– dare visibilità alle imprese innovative che
nei primi anni di vita hanno raggiunto
importanti risultati economici e qualitativi

– monitorare i risultati ottenuti con le
business plan competition e con le attività di
incubazione svolte dai soci dell’Associazione
e dai propri partner istituzionali.

IMSA_2019

L’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” ha iniziato l’attività didattica nel 1982. Progettata sul modello dei campus anglosassoni, occupa un territorio di circa 600 ettari.

Ospita all’interno dell’area importanti istituzioni di ricerca, come il CNR (Centro Nazionale delle Ricerche) e l’ASI (Agenzia Spaziale Italiana), che fanno di “Tor Vergata” una delle più dinamiche aggregazioni in Italia sia per la didattica che per la ricerca. Nel Campus, inoltre, è attivo il Policlinico universitario Tor Vergata, una struttura ospedaliera d’eccellenza, punto di riferimento regionale, nazionale e internazionale.

Con gli attuali 18 Dipartimenti, 6 biblioteche d’area, 350 aule per la didattica, 29 laboratori informatici, il centro congressi di Villa Mondragone, “Tor Vergata” offre per l’a.a. 2018-2019 ai 33.000 studenti di oggi 106 corsi di laurea (triennale, magistrale e a ciclo unico), circa 140 percorsi post-laurea (corsi di perfezionamento, master di primo e secondo livello, anche online), 47 scuole di specializzazione e 32 corsi di dottorato.

Scarica il programma 

Contatti

Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”
Facoltà di Economia

Via Columbia, 2
00133 Roma – Italia

Paola M.A. Paniccia
Segreteria Start Cup Lazio <segreteria@startcuplazio.it>
Segreteria PNICube info@pnicube.it 393 8647711

Per l’edizione 2019 sono state selezionate 14 aziende:

Bioscience Genomics è una startup innovativa fondata nel 2014 che offre servizi nel campo della genomica. Sfruttando le più recenti tecnologie di sequenziamento di nuova generazione del DNA, Bioscience Genomics analizza il DNA libero circolante, sia per la valutazione di eventuali anomalie a carico della componente fetale, nel corso della gravidanza, sia per la valutazione di mutazioni somatiche, per la prevenzione oncologica. Il mercato iniziale di riferimento è quello italiano, nel quale, dopo aver esplorato a fondo l’area specialistica dell’ostetricia, l’azienda sta sviluppando servizi nel settore della prevenzione oncologica, andando a intercettare quale potenziale mercato, qualunque soggetto sano, a prescindere dal soggettivo rischio oncologico che lo caratterizzi.

1. Analisi del circulating cell-free fetal DNA mediante sequenziamento di nuova generazione per la valutazione prenatale delle aneuploidie fetali
2. Analisi del circulating cell-free DNA mediante sequenziamento di nuova generazione per la valutazione delle mutazioni somatiche nel soggetto sano.

Sito web: www.bioinst.com

Università: Tor Vergata Roma

Cubbit srl è una startup innovativa hi-tech che sviluppa nuove tecnologie per il mercato globale dei servizi cloud. Fondata nel 2016, Cubbit è la prima startup italiana a ricevere gli investimenti di Techstars e Barclays, dalla loro sede di Tel Aviv, Israele. Anche il fondo Barcamper Ventures ha investito. I 4 soci fondatori hanno ricevuto il Premio Nazionale Innovazione PNICube 2016 e sono supportati dall’expertise di 3 mentor e 2 business angel internazionali. A marzo 2019, Cubbit è entrato nel top 1% delle campagne di crowdfunding più finanziate di sempre su Kickstarter.

Cubbit ricicla le risorse internet che non utilizziamo per trasformarle nel cloud provider più competitivo e green di sempre: gli utenti ottengono il primo cloud storage gratuito, mentre le aziende possono finalmente avere un cloud sicuro e cifrato a metà prezzo.

Cubbit sostituisce le web farm centralizzate, al momento unico ‘motore del cloud’ costoso ed inquinante, con il primo data-center distribuito basato su un network peer-to-peer (p2p) che è scalabile e cifrato by design, nonché permette di risparmiare in media il 65% dell’energia consumata dal cloud tradizionale.

Sito web: https://www.cubbit.io/

Università: Almacube Bologna

Excantia s.r.l. è una startup innovativa nata a Torino nel 2014. Ha sviluppato The Winesider, un servizio innovativo creato su misura per i ristoranti di qualità relativo alla gestione della cantina.

The Winesider è il partner ideale dei ristoratori di qualità per avere la cantina dei sogni senza investimento grazie all’innovativa piattaforma tecnologica che permette una gestione semplice ed efficiente del magazzino. Inoltre TWS eroga altri servizio come: la consulenza al ristoratore per creare una carta vini allineata alle sue esigenze, la formazione del suo personale, una logistica just-in-time, una carta vini digitale e infine, sempre tramite la piattaforma, una completa statistica sui dati di vendita per migliorare il proprio business.

La mission di Winesider è diventare il più grande “tech merchant” di vino del mondo, rivoluzionando l’industria della distribuzione del vino attraverso:
La consulenza: selezione etichette e supporto al ristorante per la carta vini.
La tecnologia: app per gestione in tempo reale della cantina, controllo stock.
Il pagamento: il ristoratore pagherà solo le bottiglie consumate.
La logistica: garantendo la consegna tempestiva per ripristino stock.
Il reporting: sul tablet tutte le informazioni su cantina e vendite just in time.

La tecnologia, con i 2 brevetti: TWS4RESTAURANTS: sistema di inventario/integrazione pagamento e TWSINVENTORY: sistema per il check fisico giacenze, utilizzati da TWS TWSWINELIST: carta vini digitale dei clienti.

Sito web: https://thewinesider.com/

Incubatore: I3P Torino

Holey è una startup innovativa con sede a Roma, ha sviluppato una soluzione integrata per la realizzazione di tutori ortopedici stampabili in 3D che possono sostituire sia il gesso tradizionale sia i tutori commerciali prefabbricati.

La soluzione è composta da uno scanner 3D, innovativo e brevettato, che acquisisce in modo automatico le misure dell’arto del paziente in meno di 30 secondi, dal software che partendo dalle dimensioni acquisite e dalle impostazioni inserite dal medico genera automaticamente il modello virtuale del tutore utilizzando algoritmi di AI e computer graphics. In fine c’è una stampante 3D che materialmente fabbrica il tutore utilizzando un materiale ipoallergenico.

Sito web: https://holey.it/

Università: Tor Vergata

Leaf Space è una startup il cui obiettivo è quello di semplificare l’accesso allo spazio per gli operatori di microsatelliti. Grazie all’applicazione del concetto di ground-segment-as-a-service, Leaf Space è in grado di offrire un servizio unico nel panorama mondiale, per consentire agli operatori di microsatelliti di scambiare una maggiore quantità di dati con i propri satelliti, con più frequenza, in modo totalmente automatizzato e ad una frazione del costo rispetto ai metodi tradizionali.

Leaf Space ha sviluppato un network di stazioni di terra completamente automatizzate, in grado di comunicare con i microsatelliti operanti in orbita bassa. Il network, operando come un’unica entità, è in grado di scambiare dati con questi satelliti in modo molto più efficiente, ottimizzando le performance e i costi.

Sito web: https://leaf.space/

L4T-Light4Tech è stata riconosciuta spin-off accademico dall’Università di Firenze (2018). La società ha per oggetto la realizzazione e commercializzazione sul mercato nazionale ed internazionale di prodotti ad alta tecnologia nel settore dell’ottica e della fotonica per scopi diagnostici e terapeutici. È attiva anche attraverso la sua controllata Emoled, che opera sul mercato dei dispositivi medici, a livello nazionale ed internazionale.

EmoLED è un dispositivo medico (classe IIa) di ausilio alla guarigione delle lesioni cutanee croniche, un serio problema medico al livello mondiale (2 milioni di pazienti stimati solo in Italia); il suo funzionamento si basa sul trasferimento di energia luminosa dal dispositivo al paziente, senza l’intervento di mediatori (additivi chimici o medicinali). Utilizza sorgenti LED che emettono lunghezze d’onda nelrange del blu ed èin grado di promuoverein modo naturale e non invasivo i processi fisiologici di guarigione delle lesionigrazie all’interazionecon alcuni cromofori endogeni presenti nel sangue e nei tessuti. EmoLED è protetto da brevetto.

Sito web: http://www.l4t.it/ Sito web: https://www.emoled.com/

Università degli Studi di Firenze

Nextema è una startup innovativa fondata nel 2015, sviluppa soluzioni di innovazione tecnologica per le aziende che devono rispondere alle richieste di un mercato sempre piùesigente e dinamico, grazie ad un know-how acquisito negli anni di collaborazione con aziende attive in diversi ambiti del settore manifatturiero. Le loro competenze sono dedicate alla progettazione e vendita di impianti laser per il trattamento termicosuperficiale, al re-design e co-design di componenti meccanici fabbricati mediante tecniche additive (Selective Laser Melting e Laser Cladding), ai servizi di ingegnerizzazione ed ottimizzazione dei processi produttivi mediante avanzate tecniche di simulazione numerica strutturate a partire da accurate analisi dell’assessment aziendale.

Laser: design for easy surface treatment.
La tempra laser è un processo di indurimento superficiale caratterizzato da qualità, versatilità e ripetibilità, tutto associato a ridotte deformazioni del componente trattato. Un adeguato setup del processo permette di trattare pezzi di qualsiasi forma, peso e dimensione. L’uso di software CAD/CAM permette, poi,una costruzione immediata del profilo da trattare ed il controllo real-time della temperatura superficiale permette la gestione sia della durezza che della profondità del trattamento. L’additive manufacturing è un processo produttivo innovativo basato sulla deposizione di sottilissimi strati di polvere metallica con metodologia layer by layer. Il passaggio di un fascio laser permette una fusione estremamente localizzata della polvere del singolo layer dando origine ad un componente solido 3D. La tecnologiapermette l’ottenimento sia di particolari finiti che di prototipi in leghe metalliche senza vincoli progettuali sulla complessità geometrica dell’oggetto da realizzare.

Sito web: http://www.nextema.com/

Università di Bologna

PICOSATS, spin-off dell’Università di Trieste, è una start-up innovativacon base a Triestein AREA Science Park. L’azienda è specializzata nello sviluppo di sistemi innovativi dedicati alla prossima generazione di piccoli satelliti. PICOSATS vede un mondo interconnesso, in cui tutti possano utilizzare i “dati” e i sistemi di telecomunicazioneper migliorare la vita della comunità e contribuisce a questo concetto progettando e producendo soluzioni tecnologiche all’avanguardia. PICOSATS crede che  i piccolisatelliti rappresentino il futuro per applicazioni spaziali, per le telecomunicazioni in particolare ma anche perl’esplorazione, l’osservazione della terra, e come strumenti di validazione tecnologica.

Il prodotto principale è RADIOSAT, una nuova generazione di rice-trasmettitori miniaturizzati per piccoli satelliti.
RADIOSAT, sviluppato grazie al supporto dell’Agenzia Spaziale Europea, operaad alta frequenza (banda Ka) fornendo velocità di trasmissione molto elevate, certamente superiori a quelle attuali. Grazie alle sue caratteristiche (dimensioni standard conformi a uncubo di 10 cm di lato “1U CubeSatform factor”, peso inferiore a 1kg, ridotto consumo energetico,al suo design modulare e all’utilizzo di componenti commerciali), RADIOSAT risponde pienamente alle esigenze del mercato.
RADIOSAT è la prima radio sul mercato con queste specifiche, e quindi gode del cosiddetto “first mover advantage”.

Sito web: picosats.eu

Università degli Studi di Trieste

Rejoint nasce per implementare i concetti di “personalized medicine”, “industry 4.0”e “data science” in medtech/ortopedia. Rejoint ha sviluppato una soluzione per la sostituzione del ginocchio basata sull’integrazione di 3D Additive Manufacturing (AM), Artificial Intelligence (AI) e Internet of Things (IoT), che consente di progettare impianti personalizzati e simulazioni chirurgiche basate su un’anatomia unica del paziente. L’azienda è guidata da persone con più di 20 anni nel settore ortopedico.

YourKnee è un “patient journey”composto da:
•tecnologie wearable per tracciare le performance del paziende pre e post operazione
•impianti protesici realizzati “patient specific”attraverso tecnologie additive EBM);
•computer aided surgery e strumentazione “patient specific”.

Sito web: www.rejoint.life

Resvalue srl, proprietaria della piattaforma e del marchio Trovabando.it nasce nel Settembre 2014 da un team misto composto da docenti dell’Università degli Studi Roma Tre, consulenti direzionali ed esperti nel campo del digitale. La società è stata costituita proprio grazie all’aggiudicazione di un contributo a fondo perduto erogato da Filas (oggi Lazio Innova) per la creazione di spin-off da ricerca universitaria. La società si è aggiudicata nel 2015 il Premio Nazionale per l’Innovazione della fondazione COTEC, nella categoria ICT nei servizie nel 2018 il contest Officina MPS di Banca Monte Paschi di Siena.
Trovabando è la prima piattaformadi finanza agevolata in Italia che individua in tempo realele opportunità di finanziamento agevolato a cui una impresa, un libero professionista o una ditta individuale può avere accesso verificando in maniera automatizzatai requisiti di accesso a centinaia di bandi pubblici nazionali, regionali e camerali. Il sistema monitora h24 tutte le agevolazioni pubbliche (contributi a fondo perduto, finanziamenti agevolati, garanzie del credito, sgravi fiscaliecontributivi, interventi nel capitale di rischio) provenienti da oltre 208 enti su tutto il territorio nazionale ed è in grado di elaborare un report contenente le sole agevolazioni a cui una specifica impresa può effettivamente accedere. Il risparmio di tempo e di risorse è enorme. I servizi sono offerti ad imprese, Dottori Commercialisti, consulenti aziendali e professionisti del credito, istituzioni finanziarie ed associazioni di categoria.

Sito web: https://www.trovabando.it/
Università degli Studi Roma Tre

UMBRIA BIOENGINEERING TECHNOLOGIES S.R.L. (UBT), Start Up Innovativa e spin-off del Dip.di Fisica UNIPG, è stata costituita nel 2015 per trasformare una scoperta scientifica (la possibilità di realizzare um Mammografo basato sulle innocue microondeanziché sui pericolosi RX, per l’individuazione precoce del tumore al senoquando può esser facilmente curato) in un Disruptive Medical Deviceda da portare sul mercato in tempi brevi. I due co-inventori (G.Tiberi e G. Raspa) hanno aggregato un Team di 15 Persone (compresi assegnisti,inkindecc…) quasi tutti Ricercatori provenienti dalle più prestigiose Università (Perugia, Pisa, Oxford, Kings College, Granoble ,ecc).
UBT è a TRL8 ed è in fase di avanzati Test Clinici: grazie al Grant Horizon2020 di 1,4 MLi Test Clinici sono oraestesi ad altri 500 pazienti nei migliori Ospedali CE.
Il nuovo Mammografo denominato MammoWave (brevetto già concesso per Italia, CEE,Cina;pending USA) ricostruisce l’immagine del seno e ne rileva leanomalie utilizzando innocui segnali a microonde (gli stessi di un telefonino) secondo una particolare modalità di applicazione del Principio di Huygens. Ciò rende l’Apparato del tutto innocuo per le pazienti che possonocosì ripetere l’esame molteplici volte, in qualsiasi condizione (età,ciclo,gravidanza) e senza schiacciamento del seno. L’innovazione avrà un notevole impatto Socio-Sanitario consentendo a tutte le donne di effettuare lo screening, unico strumento efficace contro il tumore al seno prima causa di mortalità femminilein tutte le classi di età. UBT sta estendendo la tecnologia ad altre patologie ( ictus , ossa, pelle).

Sito web: https://www.ubt-tech.com/
Università degli Studi di Perugia

Tecnosens nasce nel 2014 grazie alla collaborazione tra la Etatron×× DS SpA e l’università di Roma “Tor Vergata” con l’obiettivo di progettare, produrre e commercializzare sensori elettrochimici per il monitoraggio della qualità delle acque. Attualmente, la struttura societaria è composta dalla ETATRON D.S SpA E DAI SEGUENTI PROFESSORI: D. Moscone, F. Nanni e G. C. Cardarilli. La Tecnosens è formata da un amministratore unico e sei dipendenti suddivisi nei seguenti reparti R&S: laboratorio di Chimica Analitica, Materiali, Elettronica e Meccanica. Inoltre, dal 2018 è stata creata un’area di produzione per la costruzione ed il collaudo dei prodotti finiti.

L’obiettivo della Tecnosens è sviluppare e vendere sensori elettrochimici per il monitoraggio dei composti disinfettanti maggiormente impiegati nel campo del trattamento acque: cloro libero e totale, biossido di cloro, perossido di idrogeno e acido peracetico. Attualmente, vengono prodotti sensori amperometrici per il monitoraggio in continuo del cloro libero nelle acque destinate al consumo umano. Inoltre, al fine di rispondere alle esigenze di mercato e produrre dispositivi di facile utilizzo, portatili e a basso costo, l’azienda sta progettando e sviluppando sensori elettrochimici miniaturizzati avvalendosi della stampa serigrafica.

Sito web: www.tsens.eu
Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

Userbot è la più grande scaleup italiana di sviluppo di tecnologie di Intelligenza Artificiale. Userbot ha sviluppato una piattaforma online basata su tecnologie proprietarie e brevettate di Intelligenza Artificiale in grado di automatizzare i processi aziendali, come Customer Service, Help Desk interno, Marketing Automation e Lead Generation, e di imparare dalle risposte e dai comportamenti degli umani migliorando le proprie performance. Il cuore della tecnologia si basa sulle più avanzate ricerche in ambito di Natural Language Processing e Deep Learning, per riconoscere il linguaggio naturale e imparare tramite apprendimento profondo.
Userbot racchiude la più potente combinazione di tecnologie di Intelligenza Artificiale che un prodotto per il Customer Service abbia mai avuto. Pensato per gli umani, l’Artificial Intelligence proprietaria e brevettata gestisce in autonomia le domande più ripetitive. E impara dalle loro risposte. Userbot è un prodotto professionale in tutto e per tutto: non sostituisce gli umani, ma amplifica le loro capacità. Con un’Intelligenza Artificiale al proprio fianco, gli operatori umani possono concentrarsi solo sulle attività che realmente richiedono il loro contributo e le aziende sono in grado di offrire agli utenti risposte chiare, precise ed in tempo reale. Tutto con un livello di efficienzamai visto prima, e con costi notevolmente ridotti.

Sito web: https://userbot.ai
Ente di provenienza: PoliHub

WatAJet S.r.l.offre servizi di lavorazioni meccaniche convenzionali e non convenzionali di precisione e ad alto valore aggiunto, forte di un know-how proprio che intende continuamente approfondire e ampliare mediante una attenta e mirata attività di ricerca e sviluppo.I clienti target sono aziende nazionali ed internazionali, leader in ambito tecnologico, operanti in settori hi-tech, fortemente orientate all’innovazione ed all’uso di materiali non-convenzionali e caratterizzati da difficile lavorabilità mediante altre tecnologie (fibra di carbonio, materiali compositi, ceramiche, titanio, etc.)

La tecnologia Micro Abrasive Waterjet consente l’ottenimento di precisioni e livelli qualitativi del taglio non paragonabili con i sistemi standard, proponendola come una nuova realtà nel campo delle lavorazioni meccaniche di alta precisione ed una valida alternativa all’EDM e al laser. Da gennaio 2018 WatAJet decide di investire nella tranciatura meccanica. Grazie a questa tecnologia la società si inserisce nel mondo della produzione di grandi serie, proponendosi ai propri clienti come un partner trasversale, capace di adattarsi e soddisfare sempre meglio le loro esigenze: dalla realizzazione di prototipi e piccoli lotti fino alla produzione di massa.


Sitoweb: www.watajet.com
Università: Politecnico di Milano

GIURATI
La Giuria è costituita da 15 membri individuati da PNICube tra esperti di valutazione di progetti di startup tecnologiche provenienti dal mondo della finanza d’impresa e della grande impresa. La Giuria è coordinata dalla segreteria organizzativa di PNICube. Alla Giuria compete l’individuazione dei vincitori del Premio Italian Master Startup Award, secondo i criteri e le modalità che potrete trovare nella sezione dedicata al Regolamento. I lavori della Giuria sono riservati e le sue decisioni sono insindacabili.

I componenti della Giuria IMSA 2019:
Paolo Anselmo, IBAN; Hagaj Badash, Invitalia Ventures SGR; Luca Bertone, TIM WCAP; Massimiliano Ceaglio, Siamo Soci; Gianluca Fabbri, Open City Smart Lab; Amedeo Giurazza, Vertis; Gianluca Granero, Pi-Campus; Francesco Mazzocco, Intesa San Paolo; Matteo Paradisi, LVenture Group; Alberto Silvani, Principia Sgr; Alberto Tripi, Almaviva.

Giuria Premi speciali IMSA:
Mariangela Callipo, British Consulate Milan; Gianluca Fabbri, Open City Smart Lab; Valentina Sorgato, SMAU; Tiffany Ziller, Ambasciata di Francia.

SPONSOR EDIZIONE 2019

Organizzatori

Main Partner

Con il patrocinio

Con il supporto

Media Partner

EDIZIONI PRECEDENTI