Life Science: ZCube lancia la call for ideas “Open Accelerator”

ZCube, Research Venture del gruppo farmaceutico Zambon, annuncia l’avvio del secondo programma di accelerazione interamente italiano nel campo delle scienze della vita. La seconda edizione del programma di accelerazione Open Accelerator si rivolge a ricercatori, scienziati e aspiranti imprenditori italiani e internazionali che seguiranno un percorso in 12 tappe, finalizzato alla selezione dei progetti meritevoli di ricevere un investimento seed, fino a un massimo di 100.000 euro a progetto.

La call for ideas sarà aperta fino al 16 luglio 2017 e riguarda quattro macro aree d’interesse: Drug delivery systems (tecnologie innovative per la somministrazione di farmaci e il rilascio controllato e mirato all’interno dell’organismo); Open source prototyping: medical devices, biomarkers, diagnostics (piattaforme tecnologiche innovative per la prevenzione e diagnosi quali dispositivi diagnostici professionali e applicazioni biometriche avanzate); Wearables e digital health (dispositivi indossabili che migliorino la qualità di vita dei pazienti e soluzioni tecnologiche rivolte a migliorare i servizi sanitari); Big data (analisi e utilizzo dei dati che consentano la riduzione dei costi sanitari attraverso diagnosi più efficaci).

Elena Zambon, Presidente di Zambon afferma “ZCube da anni è impegnata nello sviluppare partnership nel campo della ricerca a livello mondiale grazie ad un approccio aperto e relazioni consolidate con ricercatori italiani e stranieri, con centri di eccellenza e le Università di tutto il mondo. Il programma di Open Accelerator è l’evoluzione di ZCube per dare respiro all’innovazione nel campo della salute, sia essa di stampo scientifico sia digitale, che è il grande agente di cambiamento di molti settori e ancor di più del nostro”.

Il lancio del programma avviene attraverso il sito internet www.openaccelerator.it.
Un massimo di 30 progetti meritevoli, sia italiani che internazionali, saranno selezionati e parteciperanno al programma di accelerazione che prevede un percorso formativo dove i giovani ricercatori saranno affiancati da mentors e advisors che includono imprenditori, business angels, venture capitalists e esperti provenienti da aziende di rilievo nei quattro segmenti della call.

Il percorso di accelerazione è rivolto a ricercatori e scienziati che hanno l’ambizione di fare ricerca traslazionale e la parte didattica sarà composta dagli elementi base di un modello di business, secondo la consolidata metodologia di business model canvas già adottata dalla National Science Foundation (NSF) e dal National Institute of Health (NIH) negli Stati Uniti.

ZCube ha recentemente siglato una partnership con IAB – Italian Angels for Biotech, la prima associazione di business angels esclusivamente dedicata alle Life Sciences e Innogest, uno dei principali venture capital che opera sia in Italia che in Europa. Gli esperti di IAB e Innogest, insieme ad altri esperti internazionali, parteciperanno nel ruolo di mentors e advisors del percorso di accelerazione per guidare gli startupper nella definizione del progetto imprenditoriale e sviluppare la loro go-to-market strategy. Alla fine del programma le idee più innovative potrebbero ricevere l’investimento seed fino a 100 mila euro che rappresenta un importante trampolino di lancio da cui partire per affrontare il mercato.

Conclude Elena Zambon “Open Accelerator è una ‘palestra’ in cui ricercatori-imprenditori vengono supportati nella nascita delle loro start up per prepararsi alla sfida dei venture capital, che finanzieranno le fasi successive del loro futuro. Il nostro acceleratore diventerà sempre più il cuore di Open Zone, il campus scientifico alle porte di Milano dove la scienza ossigena il business, che raduna una community di 600 persone per favorire nuovi progetti e dare “un’accelerazione” al settore Life Science, che necessita di talenti, competenze consolidate ed energie nuove per crescere e affermare il ruolo del nostro Paese come terreno fertile e luogo ideale per l’innovazione imprenditoriale”.

Scarica il comunicato stampa


StartCup Marche

Start Cup Marche è la competizione regionale delle Marche per accedere al Premio Nazionale dell’Innovazione organizzato da PNICube.
Il ‘Premio per l’Innovazione “Start Cup Marche ” è una competizione tra progetti ad alto contenuto di conoscenza formalizzati in un business plan e finalizzati alla nascita e/o insediamento di imprese innovative presso le sedi dell’Università degli Studi di Camerino.

Iscrizione alla competizione e presentazione dei Business Plan:

1. Iscrizione dell“idea di impresa” entro il 7 settembre 2017 da parte del “proponente”, mediante l’apposito Modulo di iscrizione.
2. Presentazione Business Plan di progetto imprenditoriale dall’8 al 25 settembre 2017
(maggiori dettagli all’interno del regolamento).

Chi fosse interessato può richiedere la guida alla redazione del business plan inviando un’email all’indirizzo: startcup@unicam.it


Discoveries: il programma di accellerazione per le startups del turismo

Fabrica de Startups vi invita a Lisbona per scoprire Discoveries, un programma di quattro settimane che invita le startup che operano nel campo del turismo a sviluppare il loro business model con un nuovo start up accelerator!

Fàbrica de Startups è l’acceleratore portoghese con sede a Lisbona che si rivolge a startup in fase early stage, offrendo programmi di accelerazione, incubazione e formazione secondo la metodologia Lean Startup.

Al momento, Fàbrica de Startups è alla ricerca di startup nel settore del Turismo con la call for ideas “Discoveries”: in palio per i vincitori, un programma intensivo di accelerazione a Lisbona della durata di quattro settimane per testare e validare il proprio Business Model con un team di mentor internazionale.
Possono presentare domanda di partecipazione team di startup che si trovino in una delle seguenti fasi:
– IDEA: il team ha un’idea da sviluppare, ma non ha ancora un Business Plan;
– PROTOTYPE: l’idea è già sviluppata, esiste un prototipo e il team sta provando a raggiungere i primi risultati in termini di clienti e vendite;
– LAUNCH: il team è pronto a lanciare il prodotto sul mercato.

Le application devono essere inviate entro la deadline fissata al 24 luglio 2017, attraverso il form di iscrizione disponibile al seguente link: https://we.tl/YqscjWXvoI


FS italiane main sponsor del PNI

Partnership FS ItalianePNICube, Associazione Italiana incubatori universitari e business plan competition locali, per sostenere il mondo delle start up:

  • 15 tappe in Italia per selezionare
  • 60 progetti hi-tech fra le “StartCup” in gara
  • premio di 25mila euro per la migliore start up assoluta
  • premio di 25mila euro per la migliore start up della categoria Industrial.

FS Italiane ancora alleata dei giovani digitali per supportare la crescita di nuove idee e promuovere il talento. Dopo aver ospitato alla stazione Roma Tiburtina il TEDxTiburtino, prende il via una nuova iniziativa per continuare il dialogo con i giovani più innovativi e creativi. Con PNICube, l’Associazione Italiana degli incubatori universitari e delle business plan competition locali (“StartCup”), FS Italiane vuole supportare concretamente la nascita di nuove start up e stimolare la crescita di nuove imprese.

Giovani e digitali sono il target primario per FS Italiane verso una mobilità condivisa, multimodale  e attenta all’ambiente; PNICube è un abilitatore del confronto e una fonte qualificata di nuovi stimoli.

L’accordo prevede la co-partecipazione di FS Italiane al Premio Nazionale dell’Innovazione (PNI), la business plan competition di PNICube, giunta alla 15esima edizione, in programma il 30 novembre e 1 dicembre 2017 a Napoli.

Il Premio si articola in due fasi.

  1. Nella prima, fino a ottobre 2017, i migliori 60 progetti hi-tech delle “StartCup” in gara saranno selezionati con un tour di 15 tappe nelle regioni italiane.
    I progetti sono suddivisi in quattro categorie: Life Sciences, Cleantech & Energy, Industrial e ICT.
  2. Nella seconda fase, i vincitori dei premi regionali gareggeranno per aggiudicarsi il titolo di campione assoluto del Premio Nazionale dell’Innovazione a cui andrà un riconoscimento di 25mila euro da investire nelle proprie attività hi-tech. Inoltre, FS Italiane – che farà parte della giuria nazionale – sosterrà con un premio di altri 25mila euro il miglior progetto di impresa della categoria Industrial.

“Abbiamo voluto stringere questa partnership con PNICube perché guardiamo con molta attenzione alle nuove iniziative e alle idee che possono arrivare da tutte le regioni e dalle Università del loro network”, sottolinea Carlotta Ventura, Direttore Comunicazione di FS Italiane. “FS – continua Ventura – è in prima linea nello sforzo di modernizzazione del Paese, nel rispetto dell’ambiente e del territorio, ponendo l’innovazione come costante riferimento per l’eccellenza. La crescita nel Digitale è uno dei pilastri del Piano industriale e PNICube è un partner autorevole in grado di metterci in contatto diretto con il mondo delle startup, acceleratori di idee creative e tecnologia”.

“Un augurio di buon viaggio con FS Italiane alle nostre idee di impresa! Accogliamo con grande entusiasmo l’accordo – ha dichiarato Giovanni Perrone, Presidente PNICube – che se da un lato ci consente di dare ulteriore impulso ai nostri progetti di impresa affinché raggiungano più velocemente gli obiettivi di mercato, dall’altro avvicina il mondo delle nostre startup ai grandi player dell’innovazione italiana in ottica open innovation”.


Start Cup Toscana 2017

Hai un’idea di impresa? La Start Cup Toscana può aiutarti a realizzarla.

Start Cup Toscana 2017, è la competizione che premia le migliori iniziative imprenditoriali ad elevato contenuto tecnologico e provenienti dal mondo della ricerca ed offre la possibilità di trasformare un’idea in un’impresa, con il supporto di attività formative, con l’assistenza nella redazione del Business Plan e con premi in denaro.

Start Cup Toscana 2017 è organizzata dall’Università di Siena, in collaborazione con la Scuola Superiore Sant’Anna , l’Università di Firenze, l’Università di Pisa, la Scuola Normale Superiore e la Scuola IMT Alti Studi Lucca, con il supporto finanziario della Regione Toscana. Start Cup Toscana 2017 è realizzata, inoltre, in collaborazione con PNI – Premio Nazionale per l’Innovazione, di cui rappresenta la fase regionale.

Possono partecipare aspiranti imprenditori che aspirano a costituire un’impresa, oppure hanno costituito un’impresa dopo il 1° gennaio 2017, oppure hanno costituto un’impresa nel 2016 ma hanno dichiarato l’inizio attività dopo il 1° gennaio 2017 o non l’hanno ancora dichiarata.

La partecipazione alla competizione deve essere inviata esclusivamente via mail entro il 2 ottobre 2017 all’indirizzo: startcuptoscana@unisi.it.

Coloro che desiderano partecipare a Start Cup Toscana, al momento dell’iscrizione, dovranno specificare l’ambito tecnologico o di mercato del progetto, entro i seguenti quattro (eventualmente specificando relazioni o trasversalità con altri ambiti tecnologici o di mercato) in cui saranno suddivisi anche i partecipanti al PNI 2017 :

Life Science ( (prodotti e/o servizi innovativi per migliorare la salute delle persone);
ICT (prodotti e/o servizi innovativi nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e dei nuovi media: e-commerce, social media, mobile, gaming, ecc.);
Cleantech & Energy (prodotti e/o servizi innovativi orientati al miglioramento della sostenibilità ambientale, tramite il miglioramento della produzione agricola, la salvaguardia dell’ambiente, la gestione dell’energia);
Industrial (prodotti e/o servizi innovativi per la produzione industriale che non ricadono nelle categorie precedenti, innovativi dal punto di vista della tecnologia o del mercato);

Per partecipare alla competizione i gruppi dovranno presentare il Business Plan della propria idea imprenditoriale, che dovrà pervenire all’indirizzo email startcuptoscana@sssup.it entro le ore 18 del 2 ottobre 2017.

Il Business Plan dovrà essere predisposto secondo il format disponibile sul sito. Non è consentito allegare al Business Plan altri documenti e/o video.

Ciascun gruppo può partecipare ad una sola Start Cup regionale (compresa la Start Cup Ricerca – Il Sole 24 Ore), pena la squalifica.

I migliori piani d’impresa selezionati saranno invitati a partecipare all’evento finale della Start Cup Toscana 2017, in un evento previsto per il 26 ottobre 2017 presso l’Università di Siena. In quell’occasione, la Giuria determinerà i vincitori del concorso, integrando la valutazione del Business Plan con la valutazione dell’esposizione orale dei progetti finalisti.

I vincitori potranno ricevere dei premi in denaro e parteciperanno di diritto al “Premio Nazionale per l’Innovazione”, in programma il 2 dicembre 2017 a Napoli.

Start Cup Toscana è realizzata con il contributo finanziario della Regione Toscana.

Tutte le informazioni sono disponibili sul sito: http://startcup.ilonova.eu

 


Startup opportunities @International Forum on Research and Technologies for Society and Industry

Dall’11 al 13 settembre presso l’Università di Modena, presso il Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” via P. Vivarelli 10, si terrà l‘International Forum on Research and Technologies for Society and Industry – RTSI 2017.

Il forum è organizzato dall’Associazione IEEE – Institute of Electrical and Electronic Engineers the world’s largest technical professional organization dedicated to advancing technology for the benefit of humanity,   responsabile di oltre 1300 standard internazionali e per l’edizione 2017 da UNIMORE.

Il forum è dedicato a Università, Istituti di ricerca,  spin-off  e aziende e richiama in Italia ricercatori e professionisti del mondo delle industrie, per discutere su temi di rilevante interesse tecnologico.

Il tema 2017 sarà “Innovation to shape the future”, innovare per plasmare il futuro, una sfida declinata su tre aree di grande interesse e attualità: Smart Mobility, Industry 4.0, Smart Healthcare; il programma e tutte le  info su http://rtsi2017.ieeesezioneitalia.it/

In particolare, i giovani ricercatori potranno partecipare alla Young Professional DeMo Competition esporre dimostratori innovativi e  discuterne l’applicazione con senior scientist  e partner industriali; start up o spinoff potranno esporre progetti di ricerca, demo, prototipi e video nell’area dedicata alla  Exhibition  Opportunities.

La deadline per presentare i progetti è il 30 Giugno 2017.

Call for exibition


StartCup Sardegna

Il 19 maggio 2017 si è aperta ufficialmente la Start Cup Sardegna 2017.

E’ una competizione di Business plan che viene svolta annualmente in tutte le Regioni che aderiscono al Premio Nazionale per l’Innovazione.

L’iniziativa è organizzata dagli Uffici per il Trasferimento Tecnologico delle Università degli Studi di Sassari e di Cagliari.

La Start Cup Sardegna fornisce gratuitamente a tutti i partecipanti formazione e assistenza per la redazione del business plan. Alle idee imprenditoriali vincitrici la competizione offre premi in denaro, servizi di accompagnamento al mercato, tutorship manageriale.

Chiunque può partecipare gratuitamente ai seminari di orientamento imprenditoriale che vertono su creazione e gestione d’impresa, strategia aziendale, marketing, organizzazione, finanza e tutela della proprietà intellettuale.

FASI

Fase 1
– Formazione alla autoimprenditorialità
– Scouting tour di presentazione, grazie alla collaborazione del Barcamper di Dpixel, presso gli Atenei di Sassari e Cagliari e con due ulteriori tappe ad Olbia e Nuoro;
– Selezione di massimo 40 idee per la fase successiva;

Le idee imprenditoriali (Business idea) devono essere presentate in forma sintetica attraverso un form ed un video elevator pitch utilizzando la procedura on line. Si ha tempo sino al 30 giugno 2017.

Fase 2
– Formazione: team building e sviluppo, focalizzazione delle business idea
– Valutazione e selezione delle migliori 15 idee per la fase seguente.

Fase 3
– percorso intensivo di mentoring
– selezione dei migliori 5 progetti finalisti.
Entro il 05 ottobre 2017 si devono presentare: l’executive summary in italiano e inglese, il business plan completo e il nuovo video elevator pitch seguendo le istruzioni presenti nella sezione Partecipa del sito.

Il Comitato Tecnico-Scientifico, i cui componenti sono scelti dalle due Università tra esperti di startup e innovazione, analizza e valuta i business plan presentati e seleziona i scegliendo i vincitori di Start Cup Sardegna 2017.

Finale Start Cup Sardegna

Partecipano alla finale:
– le 5 idee finaliste del percorso Start Cup;
– i finalisti del Contamination Lab Uniss;
– i finalisti del Contamination Lab Unica.

Nel corso della cerimonia di premiazione, tutti i gruppi finalisti presenteranno la propria idea al pubblico attraverso un elevator pitch e si conosceranno e si ufficializzeranno i 3 gruppi vincitori.
I gruppi premiati ricevono un contributo in denaro e, se l’idea che sta alla base del progetto d’impresa deriva dalla ricerca scientifica, accedono alla finale nazionale Del Premio nazionale dell’Innovozione (PNI) che si terrà a Napoli nel mese di dicembre 2017.

Per ricevere i premi della fase regionale i vincitori dovranno costituire l’impresa in forma di società di capitali.

FASE NAZIONALE

Il Premio Nazionale per l’Innovazione è la competizione nazionale aperta a gruppi di persone che hanno scritto un business plan di un’idea imprenditoriale innovativa e che son stati premiati in una delle business plan competition collegate alle università italiane.

In occasione della giornata di valutazione finale, i partecipanti al PNI avranno la possibilità di esporre e presentare le proprie idee imprenditoriali. La Giuria del PNI assegnerà i premi finali in denaro ai vincitori nelle quattro categorie: Life Sciences, ICT e Social Innovation, Industrial, Agrifood e Green Tech.

Leggi il regolamento


Al via la StartCup Lazio 2017

La Start Cup “Lazio”, organizzata nell’ambito del Premio Nazionale per l’innovazione, promosso da “PNIcube” (Associazione Italiana degli Incubatori Universitari e delle Business Plan Competition), è una competizione tra gruppi di persone (fisiche o giuridiche) costituiti da aspiranti imprenditori e/o da imprese singole o gruppi di imprese che si propongono di sviluppare prodotti e/o processi innovativi sulla base delle competenze scientifiche degli Enti di Ricerca che insistono sul territorio della regione Lazio.

Obiettivo della Start Cup “Lazio” è favorire lo sviluppo economico del territorio di riferimento attraverso il sostegno alla nascita e insediamento di imprese innovative presso gli Incubatori, Spazi attivi e Fab-lab laziali.
I settori d’intervento, stabiliti nel regolamento del Premio Nazionale per l’innovazione, riguardano quattro categorie di premiazione:
Life Sciences (prodotti e/o servizi innovativi per migliorare la salute delle persone);
ICT (prodotti e/o servizi innovativi nell’ambito delle tecnologie dell’informazione e dei nuovi media: e-commerce, social media, mobile, gaming, ecc.);
IREN Cleantech & Energy (prodotti e/o servizi innovativi orientati al miglioramento della sostenibilità ambientale, tramite il miglioramento della produzione agricola, la salvaguardia dell’ambiente, la gestione dell’energia);
Industrial (prodotti e/o servizi innovativi per la produzione industriale che non ricadono nelle categorie precedenti, innovativi dal punto di vista della tecnologia o del mercato).

Il Premio Nazionale prevede inoltre due menzioni speciali “trasversali” che verranno assegnate al miglior progetto di “Innovazione Sociale”, definito in base ai criteri espressi dalla normativa per le Startup Innovative (Legge 221/2012), ed al miglior progetto di “Pari Opportunità”, volto a favorire l’imprenditorialità femminile.

Sono ammessi a partecipare alla Start Cup “Lazio” le proposte presentate da gruppi di persone (fisiche o giuridiche) costituiti da:

  • Aspiranti imprenditori che abbiano un’idea di impresa innovativa e che intendano concretizzarla in prodotti e/o servizi attraverso la creazione ex-novo di un’impresa (impresa start-up), che coniuga in sé la presenza di persone formate dagli Enti di Ricerca promotori (Docenti e/o ricercatori;
  • Dottorandi e/o titolari di assegni di ricerca di uno degli Enti di Ricerca promotori; laureati e/o dottori di ricerca che abbiano conseguito il titolo presso uno degli Enti di Ricerca;
  • Studenti iscritti regolarmente al momento della pubblicazione del bando di partecipazione presso uno degli Enti di Ricerca promotori dell’iniziativa; personale tecnico amministrativo di uno degli Enti di Ricerca).
  • Imprese, costituite dopo il 1° gennaio 2017, o costituite nel corso del 2016, ma che non hanno ancora dichiarato l’inizio attività oppure che si sono costituite nel corso del 2016, ma che hanno fatto la dichiarazione di inizio attività in data posteriore al 1° gennaio 2017.
    Ad ogni componente di ciascun gruppo, non è consentito partecipare a più di una Start Cup regionale.

La partecipazione a Start Cup Lazio è gratuita.

Per partecipare alla Start Cup Lazio è necessario elaborare un’idea imprenditoriale innovativa basata sulla ricerca scientifica, in uno dei settori indicati nell’art. 2 del bando e indipendentemente dal suo stadio di sviluppo, purché frutto del lavoro originale del gruppo o di un singolo componente del gruppo.

La domanda di partecipazione deve pervenire entro e non oltre la scadenza perentoria delle ore 12.00 del giorno 23 giugno 2017.

La domanda di partecipazione dovrà essere redatta on-line a questo indirizzo compilando l’apposito form

Leggi il regolamento


Corso: Trasferimento tecnologico e terza missione nelle università e negli enti pubblici di ricerca

Sono aperte le iscrizioni alla terza edizione del corso di formazione “Trasferimento tecnologico e terza missione nelle università e negli enti pubblici di ricerca, organizzato dalla Fondazione CRUI, Netval e CoDAU.

Il corso, della durata di due giorni, mira ad aggiornare le competenze ed allineare i comportamenti operativi di docenti, personale tecnico-amministrativo sul tema del trasferimento tecnologico e della terza missione nelle Università e negli Enti Pubblici di Ricerca.

Il tema del trasferimento tecnologico e della terza missione è ormai stabilmente oggetto di azioni e politiche di fonte ministeriali, nonché di attività quotidiana e progettualità nelle università e negli Enti Pubblici di Ricerca italiani. Grazie ai progressi compiuti negli ultimi anni, l’ecosistema italiano della ricerca e dell’innovazione sta colmando il gap rispetto ai migliori esempi internazionali, che sono quelli con i quali l’Italia deve ambire di competere.

Obiettivi del presente corso sono quindi quelli di aggiornare i partecipanti sui perché del trasferimento tecnologico e della terza missione, ma anche sul come affrontare questioni di breve, medio e lungo termine relativi a tali temi. L’approccio formativo sarà mirato ad ottenere un giusto mix tra didattica frontale, al fine di fornire conoscenze ed informazioni specifiche, e didattica di tipo più partecipativo, al fine di garantire la condivisione delle esperienze professionali dei partecipanti. Verrà frequentemente fatto riferimento a casi concreti, sia in Italia che all’estero

Destinatari
Destinatari del corso sono i segretari amministrativi che hanno la responsabilità di dipartimenti universitari o di strutture equivalenti negli enti pubblici di ricerca. È comunque aperta la partecipazione anche ad altre persone che lavorano nella struttura amministrativa di università ed enti pubblici di ricerca, sebbene non nel ruolo di segretari amministrativi.

Calendario
Lunedì 12 giugno 2017 (orario: 9:30 – 17:30)
Martedì 13 giugno 2017 (orario 9:00 – 16:30)

Iscriviti compilando il modulo al seguente link: https://goo.gl/EuOYs9

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito: www.fondazionecrui.it

 


Start Cup UniMe 2017

La competizione è aperta alle idee d’impresa caratterizzate da un contenuto innovativo presentate da almeno un proponente che rientri tra una delle seguenti categorie:
•Personale docente e non docente dell’Università degli Studi di Messina;
•Studenti, Dottorandi, specializzandi, titolari di assegni e di ricerca e titolari di borse di studio dell’Università degli Studi di Messina.

PRIMO PREMIO pari ad € 8.000.

I vincitori del Premio per l’Innovazione “Start Cup dell’Università degli Studi di Messina 2017” saranno premiati entro il mese di Settembre 2017 e parteciperanno alla tappa regionale “Start Cup Sicilia 2017”.

La Start Cup UniMe 2017 è collegata al Premio Nazionale per l’Innovazione 2017