AL VIA, A NAPOLI, IL PREMIO NAZIONALE PER L’INNOVAZIONE 2017

Il Complesso universitario Federico II di San Giovanni a Teduccio ospita il 30 novembre e il 1° dicembre la 15° edizione del PNI, “Coppa Campioni” tra startup hi-tech nate in ambito accademico: una due giorni ad alto tasso di innovazione, con un programma aperto a tutta la cittadinanza e trasmesso in diretta streaming.

Napoli, 30 novembre 2017 – Si apre oggi nel Complesso Universitario Federico II di San Giovanni a Teduccio “Connecting to the future”, la quarantott’ore dedicata alla XV edizione del Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI), il prestigioso riconoscimento istituito nel 2003 da PNICube – l’Associazione Italiana degli Incubatori Universitari, per diffondere la cultura d’impresa in ambito universitario e accorciare le distanze tra ricerca e mercato.

Al Premio – organizzato in collaborazione con l’Università degli Studi di Napoli Federico II, COINOR e l’incubatore Campania NewSteel, con la main partnership di FS Italiane – concorrono i 65 migliori progetti d’impresa innovativa vincitori delle 17 competizioni regionali (StartCup) che hanno coinvolto i 46 tra università e incubatori associati, vedendo la partecipazione di 2.768 neoimprenditori, per un totale di 1.031 idee d’impresa e 531 business plan presentati. Numeri che riconfermano il PNI come la più grande e capillare business plan competition italiana. 1,6 milioni di euro il montepremi complessivo: oltre 600.000 euro in denaro e circa 1 milione in servizi, offerti dagli Atenei e dagli incubatori soci di PNICube.

Il numero di finalisti selezionati attraverso il round delle StartCup Regionali – ha commentato il Presidente di PNICube Giovanni Perrone – dimostra, ancora una volta, l’impegno concreto del sistema delle Università italiane per lo sviluppo del Paese, attraverso progetti d’impresa che evidenziano la qualità, la creatività e la propensione imprenditoriale degli ecosistemi universitari dell’innovazione.”

L’Università è impegnata nella promozione delle migliori startup innovative, perché nella capacità di leggere e di indirizzare il cambiamento si gioca lo sviluppo del Paese – ha rimarcato il Rettore Gaetano ManfrediLa  scelta di ospitare a Napoli, presso la Federico II, il PNI è la testimonianza di quanto si voglia investire su economia della conoscenza e valorizzazione dei giovani talenti”. “Ospitare il Premio nel nuovo complesso di San Giovanni a Teduccio, dove operava la fabbrica Cirio – ha aggiunto Mario Raffa, referente nazionale PNI 2017 –  è il modo migliore per sottolineare il legame tra la tradizione industriale di Napoli e della Campania e la nuova industria che si sta affermando”.

IL PROGRAMMA [vedi allegato]

Trasmessa in live streaming sulla pagina Facebook dell’Associazione PNICube, l’edizione 2017 sarà caratterizzata da numerosi eventi sulle tematiche di business, innovazione e cultura: accanto all’Area Expo, ospitata nei locali del centro metrologico Cesma e aperta al pubblico a partire dalle 13.00, lo speed-date B2B del 30 novembre tra espositori, investitori, imprenditori e manager, cui seguirà – nel pomeriggio – il convegno “Connecting to the Future e le testimonianze di storie d’impresa di successo al femminile, in una tavola rotonda promossa in collaborazione con FS Italiane e introdotta dal Presidente della CRUI Gaetano Manfredi. Il 1° dicembre il focus si sposterà sulle aree espositive dedicate a ICT, Industrial, Life Sciences e Cleantech&Energy, per poi chiudere i lavori con la Finale PNI nell’Aula Magna del Complesso: pitch dei finalisti, premiazione del Contest “Ho scelto la Campania” e, nel tardo pomeriggio, proclamazione dei vincitori del 15esimo PNI.

I PREMI

Le finaliste – giudicate da una Giuria* composta da 28 esponenti d’eccellenza del mondo dell’impresa, della ricerca e del venture capital – competono per i 4 premi settoriali di 25mila euro ciascuno (Iren – Cleantech & Energy, Pwc – ICT, FS Italiane – Industrial, Clinic Center – Life Sciences) e per il titolo di vincitore assoluto del PNI 2017, che garantirà all’istituzione accademica di provenienza la Coppa Campioni PNI e al progetto vincitore un ulteriore riconoscimento di 25mila euro da reinvestire nelle proprie attività hi-tech, messo in palio da FS Italiane. Saranno inoltre assegnate due Menzioni speciali (“Social Innovation” promossa da Global Social Venture Competition e “Pari Opportunità” istituita dal MIP Politecnico di Milano) e diversi Premi Speciali messi a disposizione da Ambasciate e da prestigiose aziende partner.

Main sponsorship e Premio FS Italiane INDUSTRIAL (produzione industriale innovativa):

“Favorire la crescita dei talenti e la sviluppo della creatività è da sempre un obiettivo prioritario del Gruppo FS Italiane, in piena sintonia con il suo ruolo strategico nel panorama industriale e sociale italiano”, ha sottolineato Carlotta Ventura, Direttore Brand Strategy e Comunicazione di FS Italiane “Un obiettivo oggi facilitato dall’ambiente digitale, che offre possibilità e scenari nuovi e sfidanti. La partnership con PNICube, di cui siamo main partner per il PNI, si inserisce a pieno nel percorso di digitalizzazione che il Gruppo sta portando avanti con convinzione, considerandolo una delle leve imprescindibili del Piano industriale”.

Premio Iren CLEANTECH & ENERGY (miglioramento della sostenibilità ambientale):

“Lo sviluppo e la crescita dei nostri business  passa attraverso il confronto e la collaborazione con startup che presentano idee ad alto contenuto innovativo e tecnologico – ha dichiarato Paolo Peveraro, Presidente del Gruppo IrenÈ per questo che Iren supporta per il quarto anno consecutivo il PNI, una vera palestra nella quale ricercare talenti dove emergono idee ad alto contenuto innovativo e tecnologico. Intendiamo continuare ad investire in questo settore e consideriamo il Corporate Venture Capital come una leva decisiva nelle strategie di  sviluppo della nostra società”.

Premio Clinic Center LIFE SCIENCES (miglioramento della salute delle persone)

Impegnata da oltre quarant’anni nel campo della Riabilitazione Ospedaliera di tipo intensivo e precoce, Clinic Center da sempre si confronta con la comunità scientifica internazionale, attenta alle innovazioni tecnologiche che possano agevolare e rendere più efficaci le tecniche di riabilitazione” – hanno dichiarato Sergio Crispino e Ciro Esposito, AADD Clinic CenterSono queste le motivazioni che ci hanno spinto a sostenere il PNI, con l’obiettivo di contribuire ad incentivare la nascita di nuove aziende capaci di fornire validi contributi nel settore specifico.”

Premio PwC Italia ICT (tecnologie dell’informazione e dei nuovi media):

“Far emergere nuovi talenti e supportarli in un contesto economico internazionale fortemente caratterizzato da uno sviluppo tecnologico dirompente – ha dichiarato Raffaele Perrone, Head of Startups & Emerging Companies services PwC – è la sfida che abbiamo tutti noi per mantenere competitivo il nostro paese. Una sfida che passa dall’alimentare il sistema con nuove iniziative imprenditoriali dal grande potenziale tecnologico e successo commerciale. Il contributo di PwC a tale sfida è quotidiano, con una struttura interamente dedicata alla nuova impresa, e non potrebbe non includere un supporto al PNI che promuove e alimenta da anni la cultura imprenditoriale lì dove la ricerca tecnologica nasce.”

 

* GIURIA 2017: Paolo Anselmo – IBAN, Marco Baracchi – CRIT, Eugenio Bazzini – Avnet-Silica, Paola Caburlotto – Transearch, Luca Canepa – LVC sas, Guglielmo Casciaro – Ferrovie dello Stato Italiane SpA, Sergio Crispino – Clinic Center, Claudio Giuliano – Innogest, Amedeo Giurazza – Vertis SGR, Alessio Greco – UPMC, Loris Lanzellotti – Boost Heroes, Giovanni Lombardi – Tecno Srl, Pierantonio Macola – Smau, Alessandro Mattei – Trenitalia spa, Andrea Mezzadri – GSVC Università Cattolica Milano, Marco Noseda – Cariplo Factory, Paolo Pari – AIIC, Roberto Pelosi – Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile, Francesca Perrone – Unicredit StartLab, Raffaele Perrone – PwC Italia, Gianfranco Pignatone – Rete Ferroviaria Italiana spa, Enrico Pochettino – IREN, Antonello Saccomanno – Università di Salerno, Mario Scuderi – Invitalia Ventures, Giusy Stanziola – Unicredit, Davide Turco – IMI Fondi Chiusi, Tiffany Ziller – Ambasciata di Francia in Italia, Lauro Zoffoli – IMAL.

 

STARTUP: ALCUNI DATI

2.768 gli aspiranti imprenditori che hanno partecipato, presentando un totale di 1.031 idee d’impresa e 531 business plan, con una ripartizione geografica dei progetti per il 46% dal Nord, il 20% dal Centro e il 34% dal Sud Italia. Rispetto ai settori, guadagna terreno il numero delle idee di business legate a energia e sostenibilità (32% del totale), in crescita negli ultimi 3 anni [17% nel 2015, 23% nel 2016] fino ad arrivare ad un ex-equo con i progetti legati alle scienze della vita, da sempre uno dei cavalli di battaglia della ricerca accademica, che rimane stabile anch’esso al 32%. Scende leggermente il numero delle idee di impresa legate all’industria (19%) e all’ICT (17%). Da segnalare come oltre il 50% dei Team sia costituito da personale esterno all’accademia, cosa che vale anche per i CEO che in più della metà dei casi non sono docenti, né ricercatori o studenti, a riprova della crescente attenzione del mondo del business nei confronti dell’innovazione generata dal sistema universitario. Nei Team si evidenzia una forte prevalenza della componente tecnica (77%) rispetto a quella business (38,5%). Da sottolineare, infine, l’attenzione alla tutela della proprietà intellettuale, testimoniata da un 40% di progetti supportato da almeno un brevetto.

PNI 2017 è promosso dall’Associazione Italiana Incubatori Universitari PNICube, dall’Università di Federico II di Napoli, Coinor e Campania NewSteel, in collaborazione con tutti gli Atenei e il sistema della ricerca della Campania. Main Partner: FS Italiane. Main Sponsor: Gruppo Iren, PwC, Clinic Center. Sponsor: AreaTech Coroglio, AVNET Silica, Cariplo Factory, Ordine Ingeneri di Napoli, MIP-Politecnico Milano, Unicredit Start Lab, UPMC, Vertis SGR. Con il Supporto di: AIIC Associazione Italiana Ingegneri Clinici, Boost Heroes, Crit, Atlante Verntures, SMAU. Con il patrocinio di: Regione Campania, Comune di Napoli, CRUI, British Consulate-General Milano, Global Social Venture Competition, European Institute for Advanced Studies in Management (EIASM), dei circuiti ECSB e RENT, Startup Europe Awards 17, X23, Unioncamere Campania, Unione Industriali Napoli.


PNI 2017: la finale a Napoli

Fare sistema e ragionare da “scaleup”: il 30 novembre e 1° dicembre 2017 gli imprenditori di domani si daranno appuntamento nel Complesso Universitario Federico II di San Giovanni a Teduccio per la 15° edizione del Premio Nazionale per l’innovazione (PNI).

Alla finaledel PNI  possono accedere i vincitori delle 16 Start Cup regionali assegnate dagli Atenei che aderiscono all’Associazione Italiana degli Incubatori Universitari – PNICube. Una sfida tra i migliori progetti d’impresa hi-tech italiani nati in ambito universitario, con un montepremi complessivo di circa 1,6 milioni di euro. Un mondo, quello accademico e della ricerca, in grado di dare vita ad oltre il 20% delle startup innovative del Sistema Italia.
Il 30 novembre e il 1° dicembre, dopo dieci anni, il PNI torna a Napoli grazie all’Università Federico II, in collaborazione con COINOR e l’Incubatore Campania NewSteel, con il titolo “Connecting to the Future”. Qui 66 progetti imprenditoriali provenienti da tutta Italia si disputeranno 4 premi settoriali di 25mila euro ciascuno: Cleantech&Energy promosso da IREN, ICT offerto da PwC, Industrial sponsorizzato da FS Italiane, Life Science sostenuto da Clinic Center.

Al termine della due giorni, che avrà l’obiettivo primario di stimolare il dialogo fra i principali stakeholder del mondo dell’innovazione e dell’impresa, sarà decretato – oltre alle quattro migliori idee imprenditoriali per categoria – il vincitore assoluto del PNI 2017, che garantirà all’istituzione accademica di provenienza la Coppa Campioni PNI e al progetto scelto un ulteriore riconoscimento di 25mila euro da reinvestire nelle proprie attività hi-tech, messo in palio da FS Italiane. Si assegneranno inoltre due Menzioni speciali – “Social Innovation” promossa da Global Social Venture Competition e “Pari Opportunità” istituita dal MIP Politecnico di Milano – e diversi Premi Speciali messi a disposizione da Ambasciate e da prestigiose aziende partner.

FORMULA PNI
Nella due giorni del PNI 2017 si parlerà di Industria 4.0, di competenze digitali, di occupazione giovanile, di sviluppo dell’innovazione, e del ruolo dell’accademia come propulsore dei processi di sviluppo imprenditoriale e di garanzia per il futuro, con tutte le incognite del mercato e delle dinamiche umane attorno a cui ruota la crescita di un’azienda. Ma con la certezza che a Napoli si spingerà l’acceleratore sulla creazione di opportunità concrete fra le startup universitarie e i loro possibili partner ed investitori.

Il PNI 2017 è promosso dall’Associazione Italiana degli Incubatori Universitari PNICube, dall’Università di Federico II di Napoli, Coinor e Campania NewSteel, in collaborazione con tutti gli Atenei e il sistema della ricerca della Campania.
Main Partner: FS Italiane.
Main Sponsor: Gruppo Iren, PwC Italia, Clinic Center.
Sponsor: AVNET Silica, Cariplo Factory, Ordine Ingeneri di Napoli, MIP-Politecnico Milano, Unicredit Start Lab, UPMC, Vertis SGR. Con il Supporto di: AIIC – Associazione Italiana Ingegneri Clinici, Boost Heroes, Crit, Atlante Verntures, SMAU. Con il patrocinio di: Regione Campania, Comune di Napoil, CRUI, British Consulate-General Milano, Uniona Industriali Napoli, dei circuiti ECSB e RENT, di Global Social Venture Competition e Startup Europe Awards 17.

Scarica il programma delle due giornate 

Iscriviti agli eventi delle due giornate


Start Cup Puglia 2017: mercoledì 18 ottobre il gran finale

Battute conclusive per l’edizione numero dieci della Start Cup Puglia, la gara tra progetti di impresa innovativa organizzata da ARTI in collaborazione con Regione Puglia, PNI – Premio Nazionale per l’Innovazione e Ferrovie Italiane. Mercoledì 18 ottobre è in programma la Finale della competizione, che vede in gara otto squadre di potenziali e neo imprenditori innovativi con i rispettivi piani di impresa. L’appuntamento è alle ore 16 al Cineporto di Bari (Fiera del Levante, ingresso Monumentale).
In questi dieci anni la competizione regionale è cresciuta, stimolando la partecipazione di 441 piani di impresa innovativa. A partire dal 2010, ogni anno alcuni dei finalisti della Start Cup Puglia si sono qualificati tra i primi 10 progetti selezionati dal PNI.
Il successo duraturo della Start Cup Puglia si deve soprattutto al fatto di essere costruita come un percorso di crescita per i partecipanti. Infatti, anche quest’anno i concorrenti hanno potuto partecipare a sessioni di accompagnamento per la formulazione del Business Plan, nella forma di laboratori pratici e pitch session sui temi della gestione d’impresa, della pianificazione economico-finanziaria e della tutela della proprietà intellettuale.
Per gli otto finalisti, inoltre, ARTI ha organizzato a Bari nei giorni scorsi un Boot Camp: due giorni di addestramento per preparare i concorrenti alla presentazione efficace del proprio progetto a potenziali partner industriali e/o investitori. Quattro le categorie per le quali i team stanno concorrendo: Life science, ICT, Cleantech & Energy, Industrial.
A valutare i business plan in gara e definire la short list dei finalisti è stata chiamata una Giuria composta da esponenti del mondo imprenditoriale, scientifico ed esperti in creazione d’impresa: si tratta di Sergio Fontana (presidente), amministratore unico di Farmalabor; Domenico Petruzzella, imprenditore ed esponente di Confartigianato Puglia; Arturo de Risi, docente universitario e presidente del DiTne; Valeria Stefanelli, ricercatore universitario ed esperta di Business Planning; Salvatore Modeo, startupper.
Durante la finale del 18 ottobre i team selezionati si affronteranno in una pitch session: in soli cinque minuti dovranno presentare la propria idea imprenditoriale alla Giuria, che al termine della competizione decreterà i quattro vincitori e assegnerà a ognuno di essi un premio in denaro del valore di 5mila euro. Tra i quattro vincitori la Giuria selezionerà il vincitore assoluto della Gara, a cui assegnare la menzione speciale. Tutti i progetti finalisti possono inoltre concorrere all’assegnazione di altre due menzioni speciali, rispettivamente per il miglior progetto di “Innovazione Sociale” e per il miglior progetto di “Impresa sociale in ottica di Pari Opportunità”.
Molti poi sono i premi in servizi offerti dai componenti del comitato promotore della competizione, di cui fanno parte Comune di Bari, Città di Lecce, Università degli Studi Aldo Moro di Bari, Politecnico di Bari, Università del Salento, Università degli Studi di Foggia, LUM Jean Monnet, CNR, INFN, CIHEAM Bari, ENEA, CETMA, Tecnopolis, Antenna PON Puglia, Confindustria Puglia, Confcooperative Puglia, Lega delle Cooperative Puglia, Confartigianato Puglia, CNA, DARe Puglia, DHITECH, DITNE, DTA, ITS “Antonio Cuccovillo”, ITS per lo Sviluppo dell’Industria dell’Ospitalità e del Turismo Allargato, ITS Apulia Digital Maker, Puglia Startup, Impact Hub Bari, The Qube, Cubolab. A questi si aggiunge anche un premio offerto da TIM Open.
I 4 progetti che il 18 ottobre saranno designati vincitori di categoria dalla Giuria pugliese accederanno di diritto alla finale del Premio Nazionale per l’Innovazione, in programma il 30 novembre e 1° dicembre a Napoli, in cui saranno chiamati a confrontarsi con altri 61 finalisti designati dalle Start Cup di tutta Italia. Per la prima volta, quest’anno sia le start cup regionali sia il PNI si arricchiscono di una sponsorship importante, quella delle Ferrovie dello Stato Italiane, che supporta la comunicazione delle finali territoriali e di PNI 2017, oltre a offrire un ulteriore premio di 25.000 euro al vincitore assoluto della finale nazionale.
La finale della Start Cup Puglia 2017 è, inoltre, organizzata con il contributo di Exprivia Spa e di Unicredit Spa.

Scarica l’agenda


Gran finale di Start Cup Emilia Romagna 2017

Gran finale di Start Cup Emilia Romagna 2017.
La business plan competition regionale è pronta per incoronare le tre start up vincitrici, giovedì 12 ottobre alle 14.30 nella Biblioteca CNR – Area della Ricerca Bologna.
I progetti vincitori parteciperanno al PNI – Premio Nazionale per l’Innovazione, promosso dalla rete nazionale degli incubatori di impresa universitari (PINCube) con la co-partecipazione di FS Italiane, in programma a Napoli il 30 novembre e 1 dicembre.
Quattro le categorie in cui saranno suddivisi i progetti: Life Sciences, Cleantech & Energy, Industrial e ICT.
A contendersi la vittoria a Bologna saranno dieci progetti, frutto di una selezione avviata all’inizio della primavera attraverso uno scouting tour del Barcamper, l’ufficio mobile che ha fatto tappa nelle principali città della regione.
Quaranta i progetti inizialmente selezionati, ridotti a venti dopo una prima due giorni di formazione e infine a dieci, quelli in gara, al termine di una settimana intensiva di lavoro sulla business idea.
Ai 3 vincitori della competizione emiliano-romagnola andranno premi in denaro e, al primo classificato, un percorso di formazione in Silicon Valley messo a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna.
Al campione assoluto del PNI andrà un riconoscimento di 25mila euro da investire nelle proprie attività hi-tech. Inoltre, FS Italiane – che farà parte della giuria nazionale – sosterrà con un premio di altri 25mila euro il miglior progetto di impresa della categoria Industrial.
La crescita nel Digitale è uno dei pilastri del Piano industriale di FS Italiane, impegnata a supportare concretamente la nascita di nuove start up e a stimolare la crescita di nuove imprese, puntando sui giovani digitali per favorire nuove idee e promuovere il talento.


SMAU- FIERAMILANOCITY dal 24 al 26 ottobre

Da oltre 50 anni Smau aiuta le imprese e i professionisti italiani a innovare ed è il momento scelto da imprenditori, manager, aziende e pubbliche amministrazioni per crescere e aggiornarsi su temi quali innovazione, tecnologia e ICT. Smau è una piattaforma di BUSINESS MATCHING per tutte le imprese e gli attori pubblici che desiderano guardare oltre il presente cogliendo le opportunità offerte dalle nuove tecnologie, dal mondo digital e dalle startup più promettenti. Smau offre un LABORATORIO DI INNOVAZIONE e un marketplace di opportunità di business dove scoprire, incontrare e acquisire nuove idee, progetti e partner strategici.

Potrai incontrare oltre 250 startup, imprese digital e luoghi dell’innovazione, aggiornarti con oltre 250 workshop in programma e scoprire le strategie di innovazione delel aziende italiane con oltre 70 casi di successo raccontati.

Iscriviti gratuitamente all’evento attraverso questo link: www.smau.it/invite/mi17/pnicube


9° GammaForum dell'imprenditoria femminile e giovanile

Intelligenze e competenze nuove per fare impresa nell’Era digitale vede coinvolta la nostra Associazione tra gli Enti Sostenitori. Si tratta del 9° GammaForum dell’imprenditoria femminile e giovanile, che si terrà a Milano il prossimo 16 novembre, nella prestigiosa sede de Il Sole 24ORE. Per il network PNICube è stato riservato un CODICE PROMO che consente agli associati di partecipare all’evento con una quota scontata del 50%. Per partecipare basta cliccare su questo link  e inserire il codice PNI-2NAVD nell’apposito spazio (“Hai un codice promozione?”).

Per maggiori info sull’evento: http://www.gammaforum.it/#!/gammaforum


4T- Tech Transfer Think Tank

Il 20 ottobre 2017, a Roma, si tiene la quarta edizione di 4T- Tech Transfer Think Tank, un evento dedicato al technology transfer in Italia e all’estero, che mette a fattor comune l’esperienza di Aziende, Università e Centri di Ricerca per evidenziare come il trasferimento tecnologico sia possibile e funzionale allo sviluppo in Italia. 

Patrocinato da UNIPA, si tratta di un evento gratuito, con iscrizione obbligatoria qui.

4T si svolge presso l’Aula Magna di Architettura della Sapienza, Università di Roma e ha come titolo: Tech Trasfer 4.0: connettere le eccellenze. La via italiana all’industria del futuro


Startup Biomed Forum 2017 - III edizione

Nell’ambito del Meet In Italy for Life Sciences (MIT4LS2017), il maggiore evento nazionale di incontro e confronto sui temi di maggior interesse nel settore Life Sciences, si terrà lo Startup Biomed Forum 2017 – III edizione. Il Forum è organizzato da PNICubeAssobiomedicaBioPmed, e Associazione Italiana Ingegneri Clinici (AIIC) ed è rivolto alle startup biomedicali in ambito Medical Device per confrontarsi su problematiche comuni, scambiarsi esperienze e best practice, creare collegamenti e fare rete per future sinergie e collaborazioni.

Lo Startup Biomed Forum si terrà il 12 ottobre dalle ore 15 alle 17 (registrazioni dalle 14.30) Sala Sella.

Iscriviti all’evento

Scarica il programma


Cybertech Europe

Il 26 e 27 settembre a Roma presso il Centro Congressi La Nuvola si terrà l’evento Cybertech Europe

Dal 2014, Cybertech è uno dei più grandi eventi a livello mondiale dedicato alle soluzioni cibernetiche. L’evento rappresenta un’occasione unica di dialogo internazionale sulle minacce informatiche, le esigenze del mercato e le soluzioni più innovative, con un panel di relatori composto da dirigenti del settore e Capi di Stato di tutto il mondo. I temi trattati includono Fintech, IOT, protezione di infrastrutture critiche, trasporti, investimenti cibernetici, big data e molto altro ancora! Cybertech Europe presenta inoltre esposizioni esclusive, con centinaia di aziende e start-up internazionali all’avanguardia nel campo dell’innovazione tecnologica per soddisfare le esigenze cibernetiche di oggi. L’esposizione include inoltre il “Padiglione Start-up Cybertech”, uno spazio che riunisce giovani aziende innovative provenienti da tutto il mondo, con tecnologie e soluzioni all’avanguardia.

Gli associati e le startup del network di PNICube potranno usufruire di uno sconto sull’importo del biglietto di ingresso.

Per informazioni eliana.schwartz@cybertechconference.com;

oppure, lidia Noto info@pnicube.it

 

 


Al via la Start Cup Basilicata, business plan competition

Start Cup Basilicata è la business plan competition promossa dalla Regione Basilicata con il supporto di Sviluppo Basilicata, in collaborazione con Università degli Studi della Basilicata e T3 Innovation, e in partnership con la Banca Popolare di Bari. La competizione è organizzata nell’ambito del Premio Nazionale per l’Innovazione (PNI), promosso da PNICube, Associazione Italiana degli Incubatori Universitari e delle Business Plan Competition.

Chi può partecipare:

Possono essere candidate le idee d’impresa (indipendentemente dal loro stadio di sviluppo) e i business plan incentrati su prodotti e servizi innovativi nei settori Life Sciences, ICT, Cleantech&Energy, Agrifood, Industrial.

Modalità di adesione e premi

La competizione si articola in due fasi:

● 1. Concorso delle idee
Le candidature dovranno pervenire entro il 18 settembre 2017, ore 13. Le migliori idee imprenditoriali riceveranno la consulenza gratuita di esperti per la messa a punto del Business Plan/Business Model e così passare alla fase successiva.

● 2. Concorso dei business plan
Le candidature dovranno pervenire entro il 16 ottobre 2017, ore 13. I migliori progetti imprenditoriali accederanno alla finale regionale di Start Cup Basilicata e potranno aggiudicarsi premi in denaro. Il primo progetto classificato nella finale regionale acquisisce il diritto a partecipare al PNI – Premio Nazionale per l’Innovazione, in programma il 30 novembre e l’1 dicembre 2017 a Napoli presso la Città della Scienza.

Per ulteriori informazioni e per conoscere le modalità di candidatura, visita il sito www.sviluppobasilicata.it.