Si tiene il 29 e 30 novembre la nuova edizione del PNI, la business plan competition promossa dall’Associazione Italiana degli Incubatori Universitari-PNICube. Il contest sarà ospitato da Job&Orienta, fiera dedicata al lavoro e dall’Università degli Studi di Verona. Anche quest’anno i 60 progetti finalisti si disputeranno 4 premi settoriali di 25.000 euro ciascuno.

Una sfida tra i migliori progetti d’impresa hi-tech italiani, con un montepremi complessivo di circa 1,5 milioni di euro: oltre 500.000 euro in denaro e circa 1 milione in servizi, offerti dagli Atenei e dagli incubatori soci di PNICube. Un mondo, quello accademico e della ricerca universitaria, in grado di dare vita a più del 20% delle oltre 9.600 startup innovative iscritte nel registro imprese del Mise.

“PNI è il premio più importante che ci sia in Italia dedicato all’innovazione e siamo orgogliosi di poter ospitare per la prima volta la finale nazionale – spiega il Rettore Nicola Sartor – Potremo premiare le idee più innovative in occasione di un evento altrettanto rilevante che è quello di Job&Orienta, dando così ai giovani un segnale sull’importanza che c’è, oltre che nello studio, anche nella capacità di innovare e di avere delle idee brillanti da poter trasferire nel mondo delle imprese. Il grande sforzo che stiamo facendo in questi anni è quello di aprire sempre di più l’università ai contatti con il mondo produttivo evitando di essere quella che tipicamente viene definita la “torre d’avorio”, per risultare invece un’istituzione che dialoga anche con il mondo esterno ai fini di rafforzare le occasioni di reciproca collaborazione.”

Ecco il programma.

Programma PNI 2018