Sarà conferito lunedì 14 maggio, nel Campus di Arcavacata, il riconoscimento promosso da PNICube che – dal 2007 – premia l’operato di giovani imprese hi-tech nate dalla ricerca accademica a pochi anni dalla loro costituzione. 

Rende (CS), 14 maggio 2018 – Provengono da tutta Italia e rappresentano i più svariati settori merceologici, dal manifatturiero innovativo al recruitment online, dall’aerospaziale alle nanotecnologie in campo biomed e healthcare. Sono le 9 finaliste che si contenderanno la 12° edizione del Premio pensato per le giovani imprese hi-tech generate dalla ricerca accademica: l’Italian Master Startup Award, promosso da PNICube (Associazione Italiana degli Incubatori Universitari e delle Business Plan Competition accademiche) e organizzato quest’anno in collaborazione con l’Università della Calabria, il suo incubatore TechNest, CalabriaInnova e Fincalabra, con la sponsorizzazione di growITup e Unicredit Start Lab.

Si tratta dell’unico premio su base nazionale che va a riconoscere gli effettivi risultati conseguiti dalle startup nate in ambito accademico nei loro primi anni di vita.

L’IMSA 2018 – che si terrà presso lo University Club del Campus dell’Università della Calabria – sarà anche l’occasione per fare il punto su strategie e strumenti da mettere in campo per agevolare la crescita e la resistenza nel tempo delle startup innovative italiane. Partendo da un dato di fatto: le Università sono sempre più terreno fertile per la germinazione di idee di business e la creazione d’impresa.

Secondo i dati appena diffusi dell’ultimo rapporto Netval – l’Associazione delle Università e degli Enti pubblici italiani impegnati nella valorizzazione dei risultati della ricerca –, infatti, il numero delle startup nate in ambito accademico (oggi quasi 1.400) è in costante crescita, con un tasso di sopravvivenza dell’86 per cento. In aumento anche gli investimenti di Università e Centri di Ricerca pubblici sugli Uffici di Trasferimento Tecnologico (l’intero sistema spende 8 milioni di euro per questo “ponte” tra mondo della ricerca e mercato), e in notevole crescendo anche la spesa per la protezione della proprietà intellettuale (240mila euro nel 2017 contro i 53mila dell’anno precedente).

L’evento di premiazione sarà anticipato dall’expo e dai pitch delle 9 startup finaliste e da una tavola rotonda che vedrà la partecipazione di Marcella Panucci – Direttore Generale Confindustria, Aurelio Mezzotero – Managing Director Italian Angels for Growth e Giovanni Perrone – Presidente PNICube, moderati da Giuseppe Passarino, Delegato alla Ricerca e al Trasferimento Tecnologico Unical.

IMSA 2018 vedrà l’assegnazione anche dei seguenti Premi Speciali:

  • UniCredit Start Lab: consegnato da Giusy Stanziola, una delle coordinatrici del progetto, consentirà ai premiati di essere seguiti dal programma di accelerazione per startup di UniCredit, dando accesso a mentoring, sviluppo del network con aziende e investitori e formazione mirata. Dal 2014 UniCredit Start Lab ha esaminato oltre 4.100 business plan e supportato oltre 150 startup grazie a un network di oltre 150 partner.
  • Young Entrepreneur Initiative, messo a disposizione dall’Ambasciata di Francia in Italia, sarà assegnato da Gregory Vincent, Senior Investment Advisor dell’agenzia Business France. Il premio, volto a sviluppare contatti e opportunità oltralpe e a favorire la realizzazione di collaborazioni tecnologiche con enti/aziende francesi, prevede un soggiorno in Francia per incontrare gli attori dell’innovazione e potenziali partner.
  • Bright Future Ideas Award, promosso dal Department for International Trade dell’Ambasciata del Regno Unito e Consolato britannico in Italia e conferito da Livia Amidani Aliberti. Il Premio consiste in una missione conoscitiva di due giorni nella capitale britannica, con un percorso di incontri B2B e servizi di mentoring per le fasi di startup e scaleup e sarà.

I GIURATI

La Giuria, composta da operatori di fondi di investimento, specialisti di early-stage financing e manager d’impresa, è costituita da: Eugenia Di Somma, GrowITup; Gregory Vincent, Ambasciata di Francia; Livia Amidani Aliberti, Department Of International Trade (UK); Paolo Anselmo, IBAN; Antonio Mazzei, Fincalabra; Giusy Stanziola, Unicredit.

 

Scarica il programma