L’innovativo sistema di conservazione della frutta Demetra premiato nel 2016, l’antifurto satellitare per biciclette KissMyBike del 2015, fino alla barca a energia solare, ai chiodi vegetali contro le valanghe e ai dossi generatori di energia elettrica delle edizioni precedenti. Sono ben 17 le startup trentine che hanno mosso i primi passi grazie al Premio D2T Start Cup di Trentino Sviluppo, giunto quest’anno al traguardo delle 10 edizioni. Il contest si rivolge agli aspiranti imprenditori, per la prima volta senza limiti d’età, nelle categoriemeccatronica”, “green technologies” e “ICT” applicato a settori diversi dai precedenti. In palio tre premi da 20 mila euro per le rispettive sezioni ed un premio speciale da 5 mila euro, un periodo di preincubazione e l’accesso al Premio Nazionale per l’Innovazione. L’iniziativa è promossa in collaborazione con HIT- Hub Innovazione Trentino, con il patrocinio della Provincia autonoma di Trento, dell’Associazione Italiana degli Incubatori Universitari e delle Business Plan Competition PNI Cube ed il supporto di diversi sponsor privati. Il termine per le iscrizioni è il 18 settembre.

Dieci anni dedicati allo sviluppo di nuove idee di impresa. Il Premio D2T Start Cup è ormai un punto di riferimento per gli aspiranti startupper. In queste 10 edizioni il premio ha visto la partecipazione di ben 438 giovani, ideatori di 226 progetti che hanno portato alla nascita di 17 nuove imprese sul territorio provinciale.
L’edizione 2017 del concorso si è aperta lo scorso primo luglio e si rivolge, come da tradizione, a chi pensa di avere una buona idea su cui fondare una startup. Novità di quest’anno, l’abolizione del limite d’età per i partecipanti, mentre restano confermate le tre categorie della precedente edizione: “meccatronica” (compreso ICT applicato alla meccatronica), “green technologies” (compreso ICT applicato alle green technologies) e “ICT” applicato a settori diversi dai precedenti.
Il Premio D2T gode del supporto di diversi sponsor tra cui, in primis, Adige Spa e Distretto Tecnologico Trentino – Habitech (main sponsor), affiancati da Asja Ambiente Italia Spa, C.M.V. Costruzioni Meccaniche Valentini Spa, 3New Srl.
Il montepremi è più alto rispetto al 2016, con tre premi da 20 mila euro destinati ai vincitori delle rispettive categorie.

Oltre al riconoscimento in denaro, i vincitori avranno accesso gratuito ad un periodo di preincubazione, rispettivamente di 12 mesi per la categoria “meccatronica” negli spazi “Starter” di Polo Meccatronica (Rovereto), di 12 mesi per la categoria “green tecnologies” in “Greenhouse” a Progetto Manifattura (Rovereto) e del periodo compreso tra la finale e la costituzione della startup, poi estendibile a pagamento, per la categoria “ICT” presso HIT-Hub Innovazione Trentino (Trento). Inoltre, per i vincitori sarà garantito l’accesso alla finale del Premio Nazionale per l’Innovazione promosso da PNICube, di cui Trentino Sviluppo è socio.
I tre finalisti di ogni categoria si contenderanno, infine, il Premio Speciale Gianni Lazzari promosso dal Distretto Habitech, del valore di 5 mila euro, destinato al progetto che si sarà maggiormente distinto negli aspetti di innovazione, integrazione delle competenze e potenziale di successo.
Il Premio 2DT Start Cup rappresenta un’occasione di crescita e formazione per tutti i suoi partecipanti. L’accesso al bando, on-line a partire dal primo luglio, è riservato a team composti da almeno 2 componenti. I gruppi sono chiamati a proporre un’idea d’impresa frutto del proprio ingegno, scegliendo una delle tre categorie a disposizione, entro e non oltre le 12.30 del giorno 18 settembre 2017. Nel caso un componente ricopra un ruolo in un’impresa già costituita, il suo team non potrà in alcun modo proporre un progetto legato all’attività dell’impresa a cui è legato.
L’attinenza e l’ammissibilità delle domande saranno valutate da un’apposita commissione. I team accolti parteciperanno gratuitamente e obbligatoriamente a un percorso di preincubazione/coaching negli spazi di co-working di Trentino Sviluppo o in altre strutture partner. È prevista, inoltre, la partecipazione gratuita ai corsi di formazione manageriale dell’Innovation Academy. Al termine di questa prima fase, la Giuria preposta selezionerà un massimo di 6 progetti finalisti per ciascuna categoria, sulla base dei business plan presentati. I selezionati parteciperanno gratuitamente e obbligatoriamente a una giornata di formazione d’aula il 16 ottobre, dedicata alla tecnica dell’Elevator’s Pitch, propedeutica alla fase finale della competizione. La finale del Premio D2T è pubblica, con la presentazione dei progetti finalisti a Rovereto il prossimo 24 ottobre. In un tempo di 10 minuti i partecipanti dovranno illustrare il proprio progetto e convincere la Giuria, rispondendo a quesiti complessi, finalizzati alla valutazione del potenziale d’impresa delle diverse idee. I vincitori riceveranno un assegno da 20 mila euro, vincolato alla effettiva costituzione della startup entro il 6 settembre 2018 con sede in Trentino, alla presenza nella compagine d’impresa di tutti i membri del team e all’effettiva partecipazione al percorso di preincubazione.
L’iscrizione al concorso avviene on-line dal sito di Trentino Sviluppo, previa registrazione alla piattaforma Agorà. Tutte le informazioni sono a disposizione al seguente link: https://goo.gl/6MgCWu.